L'AQUILA CALCIO ALLA VOLATA FINALE (DI DANTE CAPALDI)
03/06/2013

Una sconfitta senza conseguenze quella dell'Aquila a Chieti nel retour -match dei play off. Forte del classico punteggio maturato all'andata, la formazione di Pagliari ha superato il turno ed ora di accinge alla volata finale.
Sulla strada dei rossoblù ci sarà ancora quel Teramo che sul proprio terreno battè per 2-0 la formazione del capoluogo abruzzese, mentre all'andata venne sconfitta, al Fattori, per 1-0.
Ma, come è noto, in questa nuova fase si ''resetta'' tutto e si torna daccapo. Dunque l'Aquila che era partita con giuste velleità di entrare in prima battuta in C/1, ora cerca di recuperare il terreno perduto e l'aver estromesso la compagine teatina le consente di affrontare il primo scontro con i teramani con la convinzione di potercela fare durante i nuovi 180 minuti che l'attendono. A Chieti si sono viste conferme positive soprattutto da parte di Carcione e Menicozzo, artefici di una prestazione maiuscola, oltre al quelle pur valide di Infantino, Triarico, Improta, Pomante, Ingrosso, Iannini.
Conseguita la sufficienza anche dal portiere Testa e da Ciotola che con Ripa (subentrato a Infantino nell'ultimo quarto d'ora)hanno ben figurato.
Certo, il gol di Capogna dopo venti minuti di gioco, poteva essere evitato con maggior accortezza.
Ma nella ripresa, soprattutto L'Aquila, ha giocato con bravura e disinvoltura ed ha avuto almeno tre occasioni preziose per poter pareggiare.
Ora questo importante incontro che è stato giocato con molta emozione e nervosismo da entrambe le contendenti, scivola negli archivi.
E lo sguardo è tutto concentrato verso il primo dei due ultimi incontri che restano da disputare.
Si inizia a Teramo domenica prossima 9 giugno, si concluderà il 16 all'Aquila, giorni in cui la tifoseria, soprattutto, la dirigenza, il tecnico, tutto lo staff e il Presidente super innamorato dei colori rossoblù, Corrado Chiodi, vorranno festeggiare alla grande la vittoria conclusiva.
Gli auspici e le speranze sono queste.
Tenendo sempre presente, come l'allenatore Pagliari continua a ripetere, che non bisogna distrarsi assolutamente neppure un attimo e restare concentrati sulle ultime due gare che valgono l'intera stagione.
L'organico dell'Aquila ha molti punti forti anche perchè vi sono atleti di serie superiore. Su tutti Ciotola. Ma anche Carcione, Testa, Infantrino, Ripa, non sono giocatori che scherzano. tecnicamente e tatticamente.
Dall'altra parte un Teramo su di giri che con il tecnico Cappellacci cercherà di fare lo sgambetto agli aquilani.
I quali, a nostro avviso, hanno il vantaggio psicologico di giocare gli ultimi 90 minuti sul proprio terreno sostenuti da una Curva ... eccezionale e con un calore totale non indifferente da parte degli altri spettatori.
Ora il sipario si aprirà a Teramo dove l'Aquila eviterà di ripetere quegli errori che la portarono a perdere per 2-0.
Sarà un'altra partita. Un'altra storia..
Il volo dell'Aquila dovrà puntare solo al risultato che attendono i suoi supporters.
Per chiudere una stagione altalenante dove ci sono state cadute e resurrezioni.
Dante Capaldi.