VINCE IL PESCARA NELLO SCONTRO DIRETTO 14-8 DI PAOLO SINIBALDI
24/02/2013

ORIGINAL MARINES PESCARA PALLANUOTO: Zicolella, Dei Rocini 1, Di Ferdinando 3, Gabella 1, De Ioris 3, D'Andrea, Magnante, Provenzano, Collini 1, D'Aloisio 5 (1 rigore), Scatozza, Iervese, Mambella. All. Gobbi.
CAGLIARITANA: Casciu, Delogu, Terrosu 1, Lai 1, Pillola, Ventura 3, Bruno 2, Minissale, Lucido 1, Coluccia, Stemate. All. Pintor.
ARBITRO: Baretta di Latina.
PARZIALI: 4-3, 2-1, 2-3, 6-1
NOTE: superiorità numeriche Pescara 5/8 (+ 1 rigore), Cagliaritana 3/13 (+1 rigore, tirato da Delogu e parato da Zicolella), espulsione per tre falli Iervese (3° t.) e Provenzano (4° t.), spettatori 300 circa.
RISULTATI QUARTA GIORNATA. Acilia Sport Roma-Promosport, 19-3, Original Marines Pescara-Cagliaritana Nuoto 14-8, RN Napoli-Salaria Sport Village Black Sharks 7-6, Latina Pallanuoto-Tirrena 13-5, Pol. Bustino-RN Latina 9-11.
CLASSIFICA. Latina Pallanuoto e RN Latina 12, Acilia Sport Roma 9, Tirrena, Salaria Sport Village Black Sharks, RN Napoli e Original Marines Pescara 6, Pol. Bustino 3, Cagliaritana Nuoto e Promosport 0.
E' stata una vittoria di fondamentale importanza nel cammino-salvezza della Original Marines Pescara Pallanuoto. Era anche uno scontro diretto, e in gergo si dice che i punti valgono doppio.
Ma non è stata affatto una gara facile, a dispetto del risultato, perché gli esperti sardi sono stati in gara per tre tempi su quattro, poi sono crollati a livello fisico e hanno lasciato campo libero ai padroni di casa.
Che, dal canto loro, sono stati bravi a superare un momento di evidente difficoltà nel terzo periodo di gioco, dimostrando in questo modo anche una certa maturità.
Privo di Enrico Gobbi per squalifica, il team biancazzurro è partito subito forte, ma nella fase centrale del match non è stato cinico e non ha chiuso il risultato come doveva. Così, qualche rischio è stato corso, ma i tre punti erano l'aspetto determinante e sono stati centrati.
Andrea D'Aloisio sempre più bomber: cinque reti per lui, il mancino sta segnando con una regolarità impressionante.
Maurizio Gobbi, il coach: “Voglio mettere in risalto la bravura dei miei giocatori nel non cedere mentalmente dopo alcune difficoltà incontrate. Sono stati capaci di reagire nel quarto tempo, non è cosa facile quando la squadra avversaria è in rimonta”.
PAOLO SINIBALDI