PRIMA VITTORIA DELLA ORIGINAL MARINES DI P.SINIBALDI
09/02/2013

Bel colpo a Napoli: 8-7
Il Napoli non perdeva in casa, nella mitica piscina “Scandone”, da circa un anno, per cui la vittoria della Original Marines Pescara Pallanuoto ha anche un po’ il sapore dell’impresa.
Anche per via delle defezioni per influenza dei vari Dei Rocini e De Ioris e con Enrico Gobbi a mezzo servizio per identico motivo.
I pescaresi si sono imposti per 8-7, al termine di una gara che li ha visti praticamente sempre in vantaggio, tranne nei concitati secondi finali quando i padroni di casa hanno pareggiato a 50” dal fischio della sirena.
Invece la Original Marines Pescara ci ha creduto e – con l’uomo in più a una ventina di secondo dalla conclusione – ha mandato in gol Iervese per la segnatura della vittoria.
Dopo avere perso la prima con il forte Latina, quindi, il Pescara è riuscito a siglare i tre punti inaugurali della stagione di serie B giocando una partita di grande sostanza, che è un bel complimento per una squadra composta perlopiù da giovanissimi.
Bene tutti quando si vince, ma straordinario in fase realizzativa il mancino Andrea D’Aloisio, autore di cinque reti personali, nove in totale se si considerano i quattro realizzati all’esordio contro il Latina.
Maurizio Gobbi, l’allenatore, è contento nella giusta misura: “Tre punti importanti nel nostro cammino verso la salvezza. Una prova di maturità e di continuità, perché io ero rimasto soddisfatto anche dopo la sconfitta di misura con il Latina. Resta comunque un inizio di campionato ostico in cui è bene non fare voli pindarici, perché sabato prossimo saremo a Roma contro una delle formazioni favorite per la promozione, la Black Sharks”.
R.N. NAPOLI: Granato, Pariso, Maione, Cimiglio, Cinque 1, Perna 1, Di Martino 2, Marlino 2 (1 rigore), Simonetti, Pizzabiocca, Rotondo, D’Antonio, Salvi 1 (rigore). Allenatore Helios Marsili.
ORIGINAL MARINES PESCARA: Zicolella, D’Andrea, Di Ferdinando 1, Lauri, Iervese 1, Scatozza, Magnante 1, Provenzano, Collini, D’Aloisio 5 (1 rigore), E. Gobbi, Gabella, Mambella. All. M. Gobbi.
Arbitro: Guarracino di Napoli.
Usciti per tre falli: Di Ferdinando, Magnante, Pariso.
Superiorità numeriche: Napoli 4-10 (+ 2 rigori), Pescara 4-7 (+1 rigore).
PAOLO SINIBALDI