GIORNATA DEL MALATO
09/02/2013

GIORNATA DEL MALATO
A Villa Raspa di Spoltore l’appuntamento diocesano di lunedì 18 febbraio

''Va' e anche tu fa lo stesso''. La parabola del buon samaritano fa da sfondo alla XXI giornata mondiale del malato e l'immagine del passante attento al bisogno dell'altro darà il la anche all'appuntamento dell'arcidiocesi di Pescara-Penne, previsto lunedì alle 15.30, presso la parrocchia di San Camillo de' Lellis in VillaRaspa di Spoltore.
«L’appuntamento annuale – spiega don Giancarlo Mandelli, cappellano all’ospedale civile di Pescara e nuovo responsabile della pastorale sanitaria dell’arcidiocesi – è un momento celebrativo, un’occasione di incontro e di confronto con i malati e con gli operatori di associazioni e movimenti che si preoccupano, durante tutto l’anno, di sostenere e supportare la sofferenza».
Il programma del pomeriggio, coordinato dall’ufficio di pastorale sanitaria e preparato dalla consulta delle associazioni che si occupano di assistere i malati, prevede alle 16 la meditazione di don Vito Cantò, responsabile dell’ufficio liturgico diocesano e parroco del posto, alle 17 l'adorazione eucaristica e alle 18 la santa messa presieduta da monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne.
«Il malato non è produttivo, crea disagio all’andamento ordinario della famiglia, impegna – continua don Giancarlo – è questa la mentalità diffusa ed è per questo che spesso chi soffre viene lasciato solo, abbandonato, affidato ad una casa di cura. La malattia fa paura e pesa a tutti. L’evento di lunedì, però, vuole sostenere chi affronta in qualche modo, direttamente o indirettamente, la sofferenza e anche essere occasione di confronto: chi vive una difficoltà, chi l’accompagna, ha sempre qualcosa da insegnarci e facilmente riempie di senso la nostra esistenza».
Per l’occasione, inoltre, potrà essere lucrata l'indulgenza plenaria.