LA PROVINCIA DI PESCARA CAPOFILA DEL PROGETTO ADRIATIC FOOD AND TOURISM: INOVATING SMES
13/12/2012


Presentato questa mattina a Pescara
con la partecipazione dei partner italiani e internazionali
Finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma IPA Adriatic CBC Programme
è finalizzato alla promozione dei settori agroalimentare e turismo a sostegno delle PMI
Investimento per oltre due milioni di euro
Presentato questa mattina presso la Sala Michetti del Best Western Hotel Plaza in Piazza Sacro Cuore a Pescara il progetto Adriatic Food and Tourism: Innovating Smes (Adria Footouring) che vede la Provincia di Pescara capofila di una partnership internazionale volta al sostegno delle Pmi operanti sui territori di competenza dei partner, attive nel settore agroalimentare e turismo. Lo scopo è la promozione dell'innovazione d'impresa attraverso l'utilizzo di tecnologie, metodologie e nuovi strumenti gestionali.
Il progetto vanta una partnership autorevole e dal respiro internazionale composta da undici soggetti di cui cinque Italiani: Provincia di Pescara, Comune di Rimini, Unioncamere Veneto, Insight&Co srl, Centuria Romagna Innovation Agency; sei, tra enti e università, sono di provenienza internazionale: Albania, Bosnia Herzegovina, Slovenia e Montenegro - Regional Development Center Koper (Slovenia), Directorate of Smse (Montenegro), Chamber of Commerce & Industry Tirana e Faculty of Economics & Agribusiness - University of Tirana (Albania), Agency for Economic Development of Municipality Prijedor Preda - Pd and Lir - Local development initiative (Bosnia-Herzegovina). Una prova importante per l'Assessorato alle Attività produttive e Turismo della Provincia di Pescara che riceve dunque credito e riconoscimento del suo ruolo da partner quali il comune di Rimini o Unioncamere Veneto, oltre ai partner transfrontalieri.
L’intero progetto impegnerà risorse pari a 2.112.435,00 euro per un periodo di trentaquattro mesi fino al luglio del 2015.
Il progetto analizza i gap innovativi delle imprese, individuando una metodologia per fornire un supporto adeguato e personalizzato alle Pmi attraverso formazione e informazione, con la realizzazione di un incubatore online e fisico per le imprese, allo scopo di fornire strumenti e nuove metodologie, specie legate all'utilizzo di Ict-Information and communication technology per rendere più innovativi il settore del turismo e dell'agroalimentare per sostenerle adeguatamente nel confronto competitivo, reso più complesso dalla crisi economica in corso. Responsabile del progetto è il settore Attività produttive e turismo della Provincia di Pescara (Tel.: 08520552270; turismo@provincia.pescara.it).
“Un'importante occasione di sviluppo per il settore del turismo e dell’agroalimentare - commenta Aurelio Cilli, assessore alle Attività produttive e Turismo della Provincia di Pescara -. Lo scambio sinergico di esperienze e di know how con i partner coinvolti, l’analisi e la ricerca di strumenti di innovazione anche con l’ausilio delle nuove tecnologie Ict, consentirà alle imprese del nostro territorio di far conoscere le proprie eccellenze ed al tempo stesso acquisire strategie di business competitive sul mercato”. L'Assessorato alle Attività produttive e Turismo della Provincia di Pescara è impegnato anche in altri progetti di promozione del territorio come “Montagne a portata di mare” per il rilancio dell'economia turistica di 21 comuni delle aree interne del pescarese o i campionati europei di enduro (in programma il 26/27/28 aprile fra Pescara e Bussi, in collaborazione con il motoclub Lo Sherpa di Bussi).
“Considerata la crisi internazionale che attraversa trasversalmente tutti i settori dell’economia e ha messo in ginocchio interi paesi - commenta il presidente della Provincia di Pescara, Guerino Testa - turismo e agroalimentare sono le due carte che la provincia di Pescara può giocare specie in un periodo in cui chiudono le fabbriche e c’è un calo costante di occupazione. Certo, la concorrenza è agguerrita, ma il patrimonio di cui disponiamo, fra natura e prodotti del territorio, ci aiuta e ci supporta e per questo va promosso e sostenuto”.