LL SOPRANISTA CHRISTOPHE CARRÈ APRE A PESCARA LA RASSEGNA ”SEICENTONOVECENTO”
13/12/2012

Dal 27 al 30 dicembre 2012 appuntamento natalizio con la musica antica.
Chiude Milko Bizjak.

L’ensemble “Labirinto armonico”, branca dell’associazione Ensemble ‘900 specializzata nella musica seicentesca, per la 14esima stagione concertistica di musica antica “Seicentonovecento” presenta in Abruzzo quattro concerti natalizi ad ingresso libero tra il 27 e il 30 dicembre 2012.
La rassegna si apre a Pescara con il concerto di punta. Nella formazione che vede Pierluigi Mencattini al violino barocco, Galileo Di Ilio al violoncello barocco e Stefania Di Giuseppe al cembalo, giovedì 27 dicembre alle 21 l’ensemble “Labirinto armonico” accompagnerà musicalmente il basso Augustin Escalante e il sopranista Christophe Carrè in un concerto che si terrà presso l’atelier Verna, in via Chieti 40.
Premio del disco 2012 per l’incisione di un’opera di Claudio Monteverdi, Christophe Carrè torna volentieri nel dinamico Atelier Verna, dove lo scorso 31 agosto ha chiuso la sezione estiva del Festival Seicentonovecento in un concerto dallo straordinario successo, e sarà coinvolto nell’esecuzione di musiche di Vivaldi, Cazzati, Locatelli, Bassani, Corelli e Giuseppe Corsi da Celano. Quest’ultimo compositore seicentesco, in particolare, è stato già valorizzato dall’ensemble nell’incisione presente all’interno del cd di brani inediti disponibile durante i concerti.
Il 28 dicembre alle 16,30 ad Ortona dei Marsi (Aq), nella chiesa di San Giovanni Battista, e il 29 dicembre alle 18,30 a Pineto (Te), nella chiesa di Sant’Agnese, l’ensemble proporrà ”L’art de la Modulation”, di François Andrè Danican Philidor (1755), nella formazione che vede Adriano Meggetto al traversiere, Pierluigi Mencattini e Giovanni Rota ai violini barocchi, Galileo Di Ilio al violoncello barocco, Gregory Coniglio al violone e Stefania Di Giuseppe al cembalo.
La rassegna si chiuderà a Pescara con l’organista Milko Bizjak il 30 dicembre 2012 alle 19,00 presso la chiesa di Sant’Antonio Abate, su musiche di Bach, Carvellini, Pachelbel, Corrette e Vivaldi.