X FESTIVAL DELLE LETTERATURE DELL’ADRIATICO
15/11/2012

Daria Bignardi e Daniele Biacchessi domani venerdì 16 novembre a Pescara
Imarisio e Bonini aprono la sezione “Un grande paese”, curata da Luca Sofri.
Filippo La Porta presenta un saggio su Pasolini.
Iniziano gli aperitivi letterari e la sezione “La cultura e le città”.

La decima edizione del Festival delle Letterature dell’Adriatico entra nel vivo: da domani venerdì 16 a domenica 18 novembre 2012 Pescara vecchia si anima di incontri e dibattiti con giornalisti e scrittori provenienti da ogni parte d’Italia.
Domani venerdì 16 novembre nell’auditorium Petruzzi in via delle Caserme alle 17.00 Marco Imarisio e Carlo Bonini apriranno la sezione “Un grande paese”, a cura del direttore del quotidiano on line “Il Post” Luca Sofri, e interverranno sul tema “Raccontare l’Italia che non cambia (o cambia?)”, parlando del lavoro del cronista negli anni in cui la cronaca è sempre politica.
Carlo Bonini fa il giornalista a “Repubblica” da molti anni: il suo libro più recente, in cui racconta il lavoro degli agenti di polizia italiani in alcuni contesti drammatici degli anni recenti, è “ACAB” (Einaudi 2009), da cui nel 2012 è stato tratto il film omonimo.
Marco Imarisio è inviato del Corriere della Sera e quest’anno ha raccontato di nuovo le violenze del G8 di Genova nel libro “La ferita” (Feltrinelli 2012).
A seguire, alle 18.00 il ricercatore Licio Di Biase presenterà il suo ultimo libro “Remo Gaspari. La politica come servizio”, pubblicato da Ianieri, proposto come una rilettura della vita di questo personaggio politico che ha segnato l’Abruzzo nel dopoguerra, come possibile metodo per affrontare i problemi del territorio.
Alle 19.00 Daria Bignardi, autrice e conduttrice del programma televisivo “Le invasioni barbariche”, presenterà il suo ultimo libro “L’acustica perfetta” (Mondadori 2012). Può una donna restare con un uomo che pensa di amarla ma non ha mai voluto conoscerla davvero? Può un uomo accettare che sua moglie non si fidi di lui? Si può vivere senza esprimere se stessi? E come incide il dolore nelle nostre vite? Abbiamo tutti le stesse carte in mano?
Per la sezione “Giovani e Lavoro”, realizzata con la CGIL Pescara, il giornalista e scrittore Daniele Biacchessi, vicecaporedattore di Radio 24-IlSole24ore, proporrà alle 21.15 il reading “Il lavoro rende liberi”, una riflessione sulle morti sul lavoro dovute al non rispetto delle regole a alla mancata applicazione delle leggi. Storie di uomini e di donne colpiti in un momento normale della vita, intenti a compiere uno dei normali movimenti del lavoro quotidiano.
Nella sala 1 del Circolo Aternino in corso Manthoné alle 16.00 avrà luogo una fusione interessante tra un’installazione di arte contemporanea e un reading letterario. Ne “Le scatole della memoria”, progetto ideato da Ivan D’Alberto, direttore del MAAAC di Nocciano, saranno composte delle piccole stanze degli orrori: una “favola nera” interpretata da quattro attori del Piccolo teatro dello scalo di Chieti, e frutto del lavoro artistico di Corrado Anelli e della partecipazione dello scrittore Franco Forlizzi.
Alle 17.00 il docente universitario Leonardo Casalino proporrà le sue “Lezioni recitabili”, biografie, recitate dalla compagnia teatrale di Marco Gobetti, di alcuni tra i maggiori protagonisti dell’antifascismo.
Alle 18.00 Maria Rosa Cutrufelli presenterà “I bambini della ginestra”, edito da Frassinelli e dedicato al massacro della Portella della Ginestra avvenuto il primo maggio 1947.
Alle 19.00 Adua Villa, noto volto televisivo della “Prova del cuoco”, presenterà il libro “Un sommelier per amica”: consigli pratici e informali su come scegliere il vino, dalla semplice lettura dell’etichetta sulla bottiglia a come va servito. Al termine dell’incontro avrà luogo il primo degli aperitivi letterari offerti dalla Cantina Citra ogni sera durante il Festival.
La serata al Circolo Aternino continua con il reading di Francesco Di Rocco “Nessuno deve sapere”, con musica dal vivo di Raffaele Rubino (ore 21.30) e con un incontro sul “Fumetto Adriatico” che affianca le tavole grottesche di Marco Taddei e Simone Angelini (“Storie brevi e senza pietà”, Bel-Ami edizioni) alla comicità complessa di Maicol&Mirco (“Blam”, Rombolab) (ore 22.15).
La sala 2 del Circolo Aternino sarà dedicata alla sezione “Abruzzo L.O.C.”, Letteratura di origine controllata. Dalle 16 in poi, di ora in ora, interverranno Silvia Moretta dell’associazione Akedà sulle suggestioni dell’arte federiciana in Abruzzo; Peppe Melizzi con lo studio sul linguaggio filmico “Astrazione e silenzio nel cinema d’autore” (Armando Curcio Editore); Nicola Pezzoli con il romanzo “Quattro soli a motore” (Neo edizioni); e gli autori dell’antologia “L’occasione” (Galaad edizioni). Al Circolo Aternino e non più in casa d’Annunzio, come invece da programma, si svolgerà alle 20.00 la presentazione del romanzo di Gabriele Rubini “Generazioni, 1881-1907” (Phasar edizioni), che racconta le vicende di cinque famiglie ebree in un periodo storico molto tumultuoso.
La casa natale di Gabriele d’Annunzio in corso Manthoné vedrà ospiti, dalle 16.00, l’attrice e conduttrice radiofonica Alba Bucciarelli in “Foglietti volanti di una cuoca distratta” (Noubs edizioni); e il saggista Filippo La Porta che con il libro “Pasolini” (casa editrice Le lettere) offre una ricostruzione accurata e non dogmatica di Pier Paolo Pasolini, figura instancabile e libera.
Per la sezione “La cultura e le città”, nata per stimolare riflessioni e spunti su un rapporto nuovo tra la cultura e le anime urbane, interverrà alle 18 Pierluigi Sacco, professore ordinario di Economia della Cultura presso l’università IUAV di Venezia, sul tema “Abruzzo 2020: il potenziale inespresso sulla cultura”.
Contrariamente al programma, in casa d’Annunzio viene anticipato a domani venerdì 16 novembre alle 19.00 il dibattito “Sassi nello stagno: si comincia dal leggere e si finisce col partecipare”: al suo interno avrà luogo la presentazione di “Dalla parte delle cicale: riletture al presente di Gianni Rodari”, con gli autori Tito Vezio Viola (direttore della Biblioteca di Ortona), Ilaria Filograsso (docente di Letteratura per l’infanzia, Università G. d’Annunzio CH), Leonardo Benvenuti (direttore del Centro Universitario di Ricerca in Sociologia della Prevenzione del disagio Sociale e Relazionale, Università G. d’Annunzio) e Nadia Guardiano (referente Abruzzo ''Nati per Leggere''). Coordina Barbara Magliani (associazione Movimentazioni).
Dopo cena il Festival prosegue nel locale di via delle Caserme Mami Wata, dove dalle 21.30 la poetessa e docente universitaria Stevka Šmitran presenterà il reading “Le barbare gemme”, e dalle 22.30 avrà luogo il casting per partecipare al book trailer del romanzo parahorror di Chiara Zaccardi “I peggiori” (Noubs).
Fanno da Leitmotiv al X Festival delle Letterature una raccolta libri per la piccola biblioteca solidale donata da Marifarma al reparto di chirurgia pediatrica dell’ospedale civile di Pescara; le cene letterarie, ogni sera in convenzione con alcuni locali del centro storico; e le mostre in corso al Circolo Aternino (i fumetti “Da grande”, a cura della Scuola Internazionale di Comics) e nella sala Favetta del Muso delle Genti d’Abruzzo (i Diritti dei bambini, a cura dell’illustratrice Nicoletta Costa per l’associazione Movimentazioni) nell’ambito della sezione Kids.
Nelle location del Festival è inoltre possibile acquistare in prevendita i biglietti per il concerto che Simona Molinari terrà domenica 18 novembre in occasione della consegna del Premio Torri Camuzzi 2012. Il biglietto è di 14 €: in via del tutto eccezionale, in prevendita viene venduto a 12 €.
Il programma dettagliato del Festival, giorno per giorno, è on line su www.festivaldelleletterature.com.
ll Festival delle Letterature dell’Adriatico è organizzato dall’associazione culturale Mente Locale e gode del sostegno del Comune di Pescara e della Presidenza del Consiglio della Regione Abruzzo. Main sponsor è il Città Sant’Angelo Village; partner sono Progeco, Marifarma e Citra; partner tecnici La Feltrinelli e la Scuola Internazionale di Comics. Media partner del Festival sono Il Post, Il Centro, Intercity Magazine, Radio Studio 5 e C come magazine. La sezione infanzia del Festival delle Letterature dell’Adriatico è realizzata dall’associazione Movimentazioni e dal Book Caffé Primo Moroni, con la collaborazione delle associazioni Eclamé e Nati per leggere, Cuspds Università D’Annunzio.