L’AQUILA CALCIO: VINCE CON L’HINTERREGGIO E ASPETTA IL FOLIGNO SERVIZIO DI A.M.MAURIZI
11/10/2012


In seguito al posticipo di lunedì 8 ottobre e alla conquista di altri tre punti preziosissimi,in casa rossoblu si percepisce un clima molto più disteso.
L’Aquila vista a Reggio Calabria è sembrata una squadra senz’altro più decisa ed amalgamata, nonostante qualche incertezza in fase difensiva che ha consentito alla formazione di casa di raggiungere il pareggio per due volte, nell’arco dei primi 46 minuti di gioco. Iannini, giocatore indispensabile grazie al quale il centrocampo rossoblu appare rivitalizzato, è l’autore del primo goal ma dopo un solo minuto l’Hinterreggio pareggia con una rete di Khoris. Al 44’ del primo tempo Improta trasforma un calcio d’angolo e raddoppia ma anche in questa occasione i biancazzurri sono pronti al contrattacco e il bravo Anzillotti porta il risultato sul 2-2, anticipando Rapisarda e colpendo di testa.
Al 24’ del secondo tempo sono ancora i rossoblu a dominare la scena. Ecco che un rigore procurato da Ciotola viene impeccabilmente eseguito dal bomber Infantino; 3-2 per gli L’Aquila. È proprio lui a far battere ancora il cuore dei tifosi aquilani al 38’ minuto del secondo tempo. La cornice del goal è un’azione mozzafiato ideata dal giovane e talentuoso Francesco Agnello che dopo aver recuperato la palla allarga per Triarico e un ottimo cross consente la doppietta.
È con il risultato di 4-2 che l’Aquila calcio di mister Graziani espugna lo stadio “Granillo” di Reggio Calabria.
Dopo questa buona prestazione il pubblico aquilano ne attende una ancora migliore nel prossimo scontro con il Foligno, domenica 14 ottobre presso lo stadio Tommaso Fattori dell’Aquila. Siamo certi che il Presidente Chiodi, memore della bellissimo calcio estivo giocato dai suoi uomini proprio con la squadra umbra, avrà massime pretese riguardo l’esito di questo match, soprattutto in seguito alla fiducia che egli ha voluto accordare a Graziani.
Gli undici rossoblu non hanno alcuna intenzione di sottovalutare la squadra ospite, un po’ vessata dal cambio di allenatore che invece di giovarle, come avvenuto per la Salernitana, ne ha compromesso le prestazioni. Ad oggi il Foligno non solo è ancora alla ricerca di un allenatore all’altezza delle aspettative del Club ma è la stessa società a vivere un periodo molto complicato; per quanto siano numerosi imprenditori che hanno manifestato degli interessi nessuno si è fatto concretamente avanti.
A questo punto sorge spontaneo un quesito: in quanti accorreranno al Fattori per assistere alla partita? Il tifoso aquilano, da quello più pacato delle tribune a quello caldo ed impulsivo della curva, è molto esigente e soprattutto diffidente, motivo per il quale, non appena ha assistito a prestazioni mediocri e ha incassato le prime sconfitte, si è allontanato. Speriamo davvero che gli ultimi successi possano servire a riaccendere l’interesse nel pubblico.
Anna Maria Maurizi