APOTEOSI ROSSOBLU
02/09/2012

La kermesse celebrata ieri sera al Ridotto del Teatro, condotta dall'affascinante Roberta Valerio direttamente dagli schermi di Rete 8 e dal sempre brillante Matteo Vespasiani di Roma Channel, si è rivelata un successo oltre ogni più rosea aspettativa certificando, sopratutto appannaggio dei più scettici, quanto sia saldo il legame viscerale tra L'Aquila Calcio ed i propri tifosi. Non è stata una fredda e scontata passerella di atleti, dirigenti e personalità bensì un tripudio di aquilanità, un reciproco scambio, una condivisione di passioni ed emozioni tra tutte le componenti in gioco che, siamo sicuri, condurrà ai traguardi da tutti auspicati l'allegra brigata condotta da mister Graziani. Passioni ed emozioni, dicevamo, ulteriormente stimolate dal sapiente intervento del maestro dei giornalisti sportivi aquilani, Dante Capaldi, cimentatosi in un commovente ricordo del compianto Italo Acconcia e di alcuni episodi di rilievo della gloriosa storia rossoblu. Dopo il saluto del sindaco, Massimo Cialente, che ha voluto tranquillizzare gli Ultras sul recepimento delle modifiche da loro suggerite per la curva del nuovo stadio di Acquasanta,
difronte ad una platea gremita ed esaltata da quel calore che solo i Red Blue Eagles sanno trasmettere con i loro cori incessanti, la nuova società guidata da uno stanco, per via del blitz milanese che ha fruttato altri due pezzi da novanta come l'attaccante Thomas Albanese ed il terzino Francesco Rapisarda, ma felice Presidente Corrado Chiodi, abilmente supportato dal suo predecessore, nonché amministratore unico, Elio Gizzi e dal Vice Presidente Massimo Mancini, si è presentata nella sua formazione migliore. È apparsa squadra affiatata, forte e bramosa di successi alla quale hanno fatto da degno contraltare gli atleti che compongono la rosa, ricca di molti volti nuovi affiancati dai migliori dello scorso anno, capitan Carcione in primis, che in un clima goliardico hanno dato sfoggio delle loro doti umane, dimostrando di essere già un gruppo solido ed affiatato e lasciando presagire che le loro qualità tecniche saranno all'altezza della fama che li accompagna. Peccato che il Responsabile dell'area tecnica, Ercole Di Nicola, non fosse presente a ricevere il giusto tributo per un lavoro in sede di mercato semplicemente ineccepibile.
La serata ha vissuto il momento di maggior coinvolgimento emotivo allorquando, nell'ambito della presentazione delle nuove maglie griffate dal marchio del Main Sponsor Giemme, la vecchia gloria Giampaolo Rossi, indimenticato guerriero di mille battaglie con la maglia dell'Aquila Calcio degli anni 60/70, è salito sul palco per mostrare la terza maglia che la società ha voluto fosse nero verde in omaggio alla città e all'Aquila Rugby, al cui capitano Marco Di Massimo è stata infine donata dal Presidente Chiodi. Il pubblico aquilano che scatta in piedi all'unisono in un fragoroso e commosso applauso ed i cori compiaciuti degli RBE che rimbombano all'interno del teatro, oltre che a ripagare Giampaolo Rossi per la splendida carriera, riecheggeranno a lungo nelle menti di dirigenti e giocatori aiutandoli a non deludere mai!
Anna Maria Maurizi