CONVEGNO ALL'AQUILA: ''STADI SENZA BARRIERE'' E ''SUPPORTER TRUST''
26/07/2012

Il Convegno dell'Aquila ''Stadi senza barriere'' e ''Supporter trust'' organizzato alla Carispaq dall'Aquila calcio. è stato un vero successo.
I temi trattati, la presenza di importanti relatori, come il Presidente della Lega Pro Maccalli, Il Direttore Generale Francesco Ghirelli, del Vice presidente dell'Osservatorio Roberto Massucci, di Giovanni Spitaleri -coordinatore delegati sicurezza Figc- del Presidente europeo delle Leghe Calcio, il portoghese Emanuel Macedo De Madeiros, il Presidente dell'Aquila calcio, Corrado Chiodi che nel suo intervento concreto e pragmatico, con una venatura di commozione, ha voluto ricordare ai presenti che farà di tutto e si impegnerà al massimo perché questi due progetti partiti dall'Aquila possano avere felice realizzazione'' hanno esaltao il livello del Convegno.
Tutti gli intervenuti, pilotati'' da Luca Bergamotto come presentatore dell'Evento, hanno dato la possibilità di mettere a fuoco alcuni aspetti che vedranno l'Aquila al centro di un'iniziativa rilevante a livello sportivo nazionale. E, con essa, Perugia, Catanzaro e Cremona.
Intanto, con nostra grande soddisfazione, è stata accolta la proposta che noi stessi facemmo nel Novembre 2003 allorché nella trasmissione di Stadium di Teleabruzzo, condotta da Cinzia Scopano, affermammo testualmente: ''Personalmente ho due sogni nel cassetto. Il primo di vedere abbattere le barriere dello stadio dell'Aquila e metterci alla pari delle squadre inglesi L'Aquila Città della Pace e della Perdonanza deve lanciare questo Messaggio a tutto il Paese. Il secondo di fare un gemellaggio con il Bologna al quale siamo legati dalla maglia rossoblù per merito di Rusconi, un portiere degli anni Trenta, ma anche un radiologo molto bravo fatto venire dall'allora Presidente dell'Aquila Professor Giulio Natali, padre del futuro Vicepresidente della CEE, On Lorenzo. Bene. Mi risposero che era fuori di testa. Mi fu replicato che avremmo dato la possibilità ai tifosi aquilani di fare prima e meglio le invasioni di campo. La mia risposta, a questa sciocca polemica, fu secca e perentoria: La tifoseria rossoblù e molto più intelligente di quanto si possa pensare.
Ora il sogno è realta, grazie alla Lega Pro, a Maccalli e Ghirelli.
Il Campo sportivo che il Comune ha assegnato all’Aquila per opera dell’ex assessore allo sport Arduini e quello dell’Acquasanta che verrà ristrutturato con i tremilioni e duecentomila euro già stanziati. E, dal prossimo anno, per l’Aquila calcio inizierà un Nuovo Corso.
La seconda iniziativa prevista dal Progetto riguarda Il Supporters trust che, come ha voluto ricordare nel suo brillante intervento la dssa Anna Maria Maurizi, è uno strumento che la tifoseria possiede per poter partecipare in maniera viva e concreta all’attività del proprio club. Attraverso tale organizzazione è possibile acquisire una percentuale di azionariato della Società e cementare i propri diritti nel tessuto del club con la partecipazione alla sua proprietà legale.
Con Il Supporters trust il tifoso, dal greco thifos, ossia delirare, ma che ha il cuore che batte forte per la propria squadra, diviene proprietario della propria squadra
E cosi, come auspicato da tanti anni anche dal collega Gianni Lussoso, si passa dal tifo contro al tifo per, attuando i due assi portanti del Progetto Sport a Cultura auspicato dal Sindaco On. Massimo Cialente presente all’evento aquilano che ha proposto di intitolare lo stadio a Italo Acconcia giocatore in passato di Roma, Genoa, Modena, Catanzaro, Fiorentina e tecnico federale di Coverciano, nonché scopritore dei vari Cabrini,Tardelli e Palo Rossi.
Insomma, per concludere con l’intervento della Maurizi, Il Supporters trust dei tifosi aquilani si adopererà affinché sia possibile ammirare di nuovo uno stadio con gli spalti pieni, con i grandi numeri che si addicono ad una città come L’Aquila che in passato ha militato per tre anni nella serie B e che aveva un pubblico davvero eccezionale..
Dante Capaldi