LA CONSUETUDINE...
15/04/2020

CONSUETUDINE...



La consuetudine normativa è una fonte del diritto. Essa consiste in un comportamento costante ed uniforme tenuto dai consociati con la convinzione che tale comportamento sia doveroso o da considerarsi moralmente obbligatorio.


Perché la consuetudine sia valuda è necessario:

che non sia contraria alla legge o a norme costituzionali;che sia richiamata dalla legge o dal regolamento (art. 8 disp. preliminari al c.c.);che sia pubblicata nelle raccolte ufficiali di enti ed organi a ciò autorizzati (art. 9 disp. preliminari al c.c.), ovvero sia provata la sua esistenza sulla questione giuridica trattata, essendo la consuetudine non estendibile per analogia.

Laddove la consuetudine sia di tipo normativo potràonde attuare un bilanciamento delle prestazioni e reperire il nesso di reciprocità fra le stesse, onde non siano sproporzionate fra loro o eccessive rispetto all'iniziale volontà.