LE PAGLIACCIATE...
25/03/2020



DAL FILM LE PAGLIACCIATE DEL GRANDE ''TOTO''...
Avevo bisogno di ritrovare il sorriso, avevo visto uno spezzone una volta tanti anni orsono.
Sono andato a rivedermelo trovandolo come se si stesse girando in diretta oggi...

Stiamo vivendo a “botta di decreti” Tutti, in questi giorni parlano di decreti, pochi lo leggono, molti si attengono alle notizie date dalla tv e dalle radio, nazionali e locali, ma vediamo un po’ cosa sono i decreti. Uno dei compiti della classe politica è individuare criticità e problemi, e cercare delle soluzioni. Uno strumento che negli anni è finito più volte al centro del dibattito politico è il decreto legge. Nato per affrontare situazioni di emergenza e urgenza, con il tempo è diventato il mezzo principale con cui i governi hanno portato avanti la propria agenda politica. Una forzatura del precetto costituzionale che ha portato i decreti legge a diventare uno dei tipi di provvedimenti più discussi in parlamento. Nell’ordinamento costituzionale italiano il governo detiene il potere esecutivo. Ma può esercitare anche il potere legislativo, attribuito normalmente al parlamento, in tre modi: attraverso la presentazione di disegni di legge ordinari al parlamento; con l’emanazione di decreti legislativi (in seguito a deleghe specifiche ricevute dal parlamento); con la deliberazione di decreti legge. Quest’ultimo è un atto normativo con valore di legge utilizzato dal governo in casi straordinari di necessità e urgenza come nel caso del virus con 👑, a me non piace chiamarlo coronavirus, anche perché mi piace inserire un emoticon. I decreti legge hanno effetto immediato, e devono poi essere convertiti in legge dal parlamento entro 60 giorni.

Il Parlamento ai tempi del virus con la 👑
La presenza dei deputati nell'aula della Camera, domani pomeriggio, per l'informativa urgente del presidente del Consiglio Giuseppe Conte sull'emergenza Coronavirus, sarà contingentata: i gruppi parlamentari di Montecitorio hanno raggiunto una intesa in tal senso che sarà ratificata dalla conferenza dei capigruppo. In particolare, in Aula entrerà un sesto dei deputati per ciascun gruppo. Ciascun gruppo avrà a disposizione dieci minuti per intervenire. La decisione è d'altronde in linea con quanto già avvenuto in Senato in occasione dello scostamento di bilancio.

Il Parlamento italiano, a differenza di quello europeo, ha detto no al voto a distanza ma almeno provvede a ridurre i rischi di contagio. L'iter partirà dal Senato, dove il governo vorrebbe far approdare il decreto a partire dall'8 di aprile. Le opposizioni hanno detto no a procedure ''accelerate'' come una commissione speciale cui affidare i decreti (proposta avanzata dal presidente Fico), o l'utilizzo della sede deliberante per le commissioni Bilancio di Camera e Senato (senza il passaggio in aula) o il voto da remoto. In questi giorni in cui l’epidemia ci sta facendo riscoprire la straordinaria importanza del nostro Stato sociale, riscopriamo che la vera difesa dell’Italia passa per una nuova cultura dello Stato nazionale, per una rinnovata coesione sociale, ma anche per una rinnovata lungimiranza politica. Gli studenti si connettano con il mondo che viviamo oggi e dicano da che parte intendono stare rispetto ai suoi dolori. Il Covid-19 ci paralizza in casa perché può ammazzare i nostri anziani e i nostri ammalati con la polmonite che comporta, potrebbe richiedere più posti negli ospedali di quanti ne abbiamo a disposizione. Ma anche l’indifferenza sta uccidendo questa nostra realtà che è fatta di dolori, rinunce e che non tutti riescono ancora a sopportare considerando i mancati guadagni, la peculiarità del lavoro, lo stesso da convivenze forzate anche nel caso di famiglie non proprio unite.
Comunque, come si legge da tanti balconi, “andrà tutto bene e anche questo passerà.”
Perche' con i Virus siamo sempre vissuti in simbiosi come sostenuto giustamente dalla coppia di ricercatori italiana,(invidiataci da tutto il mondo) dott. Stefano Montanari e Dottsa Antonietta Gatti...
Con Toto' ho ritrovato il sorriso con loro due la serenita' di sapere che Il virus con la corona vive continuamente con me e mi aiuta a respirare meglio...
Sono miei punti di vista...
TestataWeb editoriale registrata al Tribunale di Pescara n° 9/89 del 19-07-1989. Direttore editoriale, proprietario: Roberto BERARDOCCO - © 2020Agenzia
Chi gradisce la lettura e' lo spirito libero e indipendente nella
informazione della testataWeb
agenzianotizie.it
© marchio copyright
®Marchio copywriters

Bera World Communications d.o.o.
Kunavarjeva ulica 9 cap. 1000
Lublijana (SI)
Grazie a chi ha la pazienza di leggere i miei punti di vista e a chi
condividerà credendo nel diritto della diffusione del ''vero''...
Per esprimere critiche costruttive e propri punti di vista wathsapp su
+39 377 12 70 870 utenza certificata di Roberto BERARDOCCO 🍀🍀🍀...