LA PAURA FA MORIRE I SOGNI...
17/03/2020

La paura fa morire i sogni...

Ne stiamo parlano tutti, nelle chat, sui social, in famiglia: in Italia è scoppiato il panico da virus con la 👑 corona che è diventato ansia diffusa e irrazionale. Supermercati presi d’assalto, saccheggiati come dovesse scoppiare una guerra nucleare. Una situazione estrema, partita ancor prima che in alcune città ci fosse anche solo un caso di contagio, e naturalmente la teoria per la quale paura genere paura e panico genera panico trova concreto riscontro. E anche i provvedimenti, che qui non mettiamo certo in discussione per la loro legittimità, con scuole, università, musei, strutture sportive chiuse, eventi annullati, locali con serranda abbassata e protocolli d’emergenza, non aiutano a rimanere tranquilli. Eppure occorre anche solo tentare di spostare un attimo lo sguardo e cercare di analizzare questo fenomeno di perdita di controllo e di razionalità della popolazione. In questi giorni c’è una grande sfida da vincere: non cadere nella trappola del panico. Perché dinnanzi al virus con la 👑 corona è scattata un’ansia incontrollata. Non solo, ma è venuta crescendo una società di “giustizialisti” che, vittima delle sue paure, minaccia ritorsioni contro chi esce per prendere una boccata d’aria. Ci si dimentica che il virus con la 👑 corona si trasmette solo, dico solo, per contatto e non si trasmette nell’aria. Ecco perché chi nel rispetto delle distanze fa una sana passeggiata al sole non fa del male a nessuno, anzi migliora se stesso e anche il “clima” familiare che, in molti casi sta scoppiando facendo insorgere molte crisi coniugali. Ma perché il nuovo virus con la 👑 corona ci fa così paura? «Da sempre noi esseri umani abbiamo paura di ciò che ci può fare male e che non si può vedere o che conosciamo poco. È in queste occasioni che il nostro cervello ha imparato ad accendere l’emozione della paura Nella situazione che stiamo vivendo in questi giorni, i social stanno svolgendo un ruolo cruciale nel processo di diffusione delle informazioni, ma, come spesso accade, a salire sulla cattedra mediatica non sono solo esperti e tecnici del settore, ma profani e comuni cittadini che diffondono punti di vista spesso erronei e pareri personali, più che verità scientifiche attendibili e valide. Tutto questo non fa altro che alimentare in modo ingiustificato le proprie paure e le proprie ansie e quelle degli altri. La razionalità ci permette di ragionare in maniera pulita, senza eccessive interferenze causate della paura e dagli stati d’animo degli altri. Ci permette di fermarci e pensare a cosa fare concretamente, prendendo in considerazione le alternative migliori e sapendo quali fonti di informazione ascoltare per sapere in che modo agire. L’uomo, nella storia, ha saputo lottare e sconfiggere numerose malattie e epidemie, utilizzando lucidità, calma e razionalità come condizioni di base per assumere comportamenti adeguati. Il miglior antidoto alla paura è l’amore verso noi stessi e verso gli altri. Quando stiamo bene il nostro organismo produce ormoni che aumentano il nostro benessere e contrastano gli ormoni dello stress come il cortisolo. Quando facciamo qualcosa che ci dà piacere e soddisfazione produciamo più dopamina, l’ormone della motivazione. Approfittiamo di queste belle giornate, del nostro mare, per fare una bella passeggiata all’aria aperta. Camminare nella natura per esempio ci aiuta a produrre endorfine che aiutano a combattere lo stress. Ci vuole coraggio per non farsi prendere dallo scoramento e dalla voglia di chiudersi in casa e basta. Il coraggio è la capacità di resistere alla paura, di dominare la paura: non è l'assenza di paura. Un coraggio che non dissimuli la paura ma che ne prenda pienamente coscienza: coscienza di un mondo in cui dobbiamo combattere un nemico invisibile ma non riusciremo a batterlo solo avendo paura. Oggi dobbiamo essere curiosi, per dominare la paura dobbiamo imparare a distinguere le notizie degli esperti da quelle dei soliti “capiscioni” che parlano solo per dar fiato alla bocca. Dove si permette di regnare alla paura, i sogni vengono lasciati morire. A tutti prima o poi capita di aver timore, ma per ottenere tutto ciò che vogliamo nella vita dobbiamo farci largo attraverso le nostre paure e fare quel che dev’essere fatto. Dobbiamo liberarci dai limiti della paura e permettere ai nostri sogni di manifestarsi pienamente. Dobbiamo smettere di fuggire dalle cose che ci terrorizzano, affrontare a testa alta le nostre paure e poi fare le cose giuste, chiesteci dagli esperti, non da quelli fatti saggi dalle letture di Facebook. Ricordatevi che le nostre fantasie sono incredibilmente potenti. Possono lavorare contro di noi, creando immagini orribili che ci paralizzano; ma possono anche lavorare a nostro favore, costruendo un mondo in cui tutto ciò che facciamo è un’avventura, un miracolo. Culliamo i nostri sogni e vogliamoci bene. L’amore per noi stessi e per gli altri sarà la nostra salvezza. L’amore di capire che una passeggiata in sicurezza non è un voler far del male agli altri. Non facciamoci vincere dalla paura, dalla irrazionalità, dal volere essere solo e soltanto dei giudici senza averne le competenze....
Roberto BERARDOCCO

TestataWeb editoriale registrata al Tribunale di Pescara n° 9/89 del 19-07-1989. Direttore editoriale, proprietario: Roberto BERARDOCCO - © 2020Agenzia
Chi gradisce la lettura e' lo spirito libero e indipendente nella
informazione della testataWeb
agenzianotizie.it
© marchio copyright
®Marchio copywriters

Bera World Communications d.o.o.
Kunavarjeva ulica 9 cap. 1000
Lublijana (SI)
Grazie a chi ha la pazienza di leggere i miei punti di vista e a chi
condividerà credendo nel diritto della diffusione del ''vero''...
Per esprimere critiche costruttive e propri punti di vista wathsapp su
+39 377 12 70 870 utenza certificata di Roberto BERARDOCCO 🍀🍀🍀...