TUTTO DA CONFERMARE
09/09/2019

Non vi nascondo che, a volte, vorrei lasciarmi andare e fare il tifoso e dire che tutto va per il meglio, che la squadra è molto ben fatta, che il mercato è stato un fascinoso intervento del Ferguson nostrano, che i margini di miglioramento che ho appena intravisto con il Pordenone ci saranno realmente, che i prestiti che saranno valorizzati al massimo e saranno poi da noi riscattati, che Galano continui a ripetersi a quei livelli... e che Tumminello diventi il goleador da tutti sognato
ma, siccome sono un giornalista e devo valutare le situazioni e commentarle come sono al momento, e sempre con la speranza di poter cambiare il mio giudizio perché cambieranno le prestazioni dei singoli e della squadra, debbo, anche se con un certo dispiacere, confermare le mie personali preoccupazioni per una squadra allestita non per fare un complesso secondo i desiderata del mister Zauri ma solo per rispondere positivamente a quelli del mercato e degli amici che fanno proposte che non si possono non accettare... Sono preoccupato per un difesa che ha dei vuoti di concentrazione e che lascia spazi a volte assurdi e che ci pone nella condizione di poter subire gol anche da squadrette... Il centrocampo ha un elemento come Palmiero che potrebbe essere la chiave di volta, peccato che sia un prestito secco del Napoli e quindi il Delfino lavorerà per i partenopei... Inoltre mi pare, e vorrei sbagliarmi che il centrocampo sia più idoneo nella fase offensiva che in quella di contenimento anche se Machin deve ancora farci conoscere le sue reali potenzialità attuali.
In attacco tutti sono convinti della esplosione di Tumminello anche per le sue prestazioni in azzurro, e sperano anche negli exploit di Brunori, Bocic e Cisco.
Credo che Cosenza ancorché sia una squadra di seconda fascia, possa già farvi conoscere meglio il Delfino che, ad oggi, dovrebbe giocare con il suo 4-3-3 (ma il modulo deve essere ancora somatizzato e capito) e con Fiorillo in porta; difesa a quattro: Ciofani (Balzano è out) Campagnaro e Scognamiglio (Pezzella è out) e Masciangelo (prestito); a centrocampo Memushaj, Palmiero e Machin; in avanti Galano, Tumminello (prestito) e Di Grazia, senza dimenticare Cisco (prestito), Brunori e Bocic. (Gianni Lussoso)