A PROPOSITO DEL COMPLEANNO DELLA PESCARA CALCIO.
04/07/2019

Oggi, 4 luglio, molti tifosi hanno fatto gli auguri alla Pescara calcio per il suo compleanno. Lo hanno fatto attraverso i social e non mi pare di aver letto una comunicazione ufficiale della Pescara Calcio a nome del suo presidente, se mi fosse sfuggita la nota, chiedo venia e preciso alcune date che molti tifosi non conoscono perché per molti la storia del Pescara comincia da Galeone in poi.
Nel 1928 con il nome di “Pescarese” il Pescara partecipò al Campionato di Terza Divisione e usò per la prima volta la maglia con i colori bianco e azzurro.
Teoricamente questa dovrebbe essere la data di nascita della Pescara calcio e dei suoi colori. Ma andiamo avanti.
Nel campionato 1931-1932 partecipò al campionato di Seconda Divisione Regionale con il nome di Pescara Abruzzo e lo vinse ma poi si sciolse per mancanza di mezzi economici.
Nel 1932-1933 si ebbe la prima denominazione ufficiale A.S. Pescara Calcio ed era allenato da Piselli, grande maestro di calcio..
Nel 1933-1934 fu costituita la “A.S. Pescara Calcio” il 10 giugno che partecipò al campionato ufficiale di Seconda Divisione con la sua squadra B (Riserve) con Sulmona, Chieti, Teramo, Giulianova, Bussi, L'Aquila e Lanciano. In questo ordine si chiuse la classifica finale.
Nel campionato di Prima Divisione 1934-1935 il Pescara B giocò contro Fano, Anconitana, Beliator Frusino, Cerignola, Fermana, Jesi, Littorio, Manfredonia, Sora, Sulmona e Taranto e chiuse al nono posto
Nel campionato di Seconda Divisione del 1934-1935 Il Pescara giocò contro Giulianova, Teramo, Chieti, Bussi, L'aquila, Roseto, Avezzano, Sulmona, Calciatori Aquilani. Al termine del campionato il Pescara retrocedette ma fu ammesso al nuovo campionato di Serie C.
Nella stagione 1935-1936 il Pescara giocò in Serie C in quanto la federazione decise che le prime sei di ogni girone di Prima Divisione 1934-1935 sarebbero state ammesse alla Serie C mentre altre sarebbero rimaste in Prima Divisione che diventava così, a partire dalla stagione 1935-1936, il quarto livello.
Il campionato di Serie C 1935-1936 fu il primo torneo di Serie C disputato in Italia.
Nel campionato di Serie C il Pescara avrebbe dovuto giocare contro Benevento, Catanzaro, Cerignola, Civitavecchiese, Cosenza, Fermana, Potenza, Caltanisetta, Prato, Salernitana, Savoia, Piombino, Signe e Bagnolese ma si ritirò all'inizio del torneo per mancanza di mezzi economici.
Il presidente del Pescara era Celestino Delfino.
Dopo di lui si prese la briga di rilanciare il Pescara Angelo Delfino (Ofena, 3 gennaio 1884 – Pescara, 8 giugno 1959) imprenditore e primo produttore che ha reso famosa verso il vasto pubblico la pasta abruzzese, con il marchio pasta Puritas. .... Infatti il Pescara fu la prima squadra in Italia ad avere sulle maglie la sponsorizzazione Puritas. Inoltre lanciò il logo con il delfino legato al suo nome e alla sua ditta.
A questo punto abbiamo queste date:
1936 Costituzione della “S.S. Puritas Pescara” con Angelo Delfino nel mese di giugno e registrazione ufficiale 4 luglio che però non partecipa al campionato e viene retrocesso.
e Costituzione della “S.S. Pescara Calcio” il 2 novembre 1936 e rimase S.S. (Società Sportiva) fino al 1943. Poi il resto è storia.
La domanda da farsi è perché Giuseppe Adolfo De Cecco abbia scelto come data ufficiale della Pescara Calcio il 1936, che oltretutto pubblicizza un concorrente Delfino e Puritas, anche se negli anni 1936, e non, per esempio, il 1933 quando si ebbe la prima denominazione ufficiale A.S. Pescara Calcio.
Misteri legati, penso, alla ''pigrizia'' di Peppe che ha preso per buona la prima data ufficiale che ha ritenuto valida, senza preoccuparsi di rileggere bene la vera storia del Pescara. (Gianni Lussoso)