QUANTI VALIDI GIOCATORI PASSATI PER PESCARA
17/04/2019

Un presidente che abbia a cuore le sorti della società, e che quindi lavora per creare una squadra forte per arrivare in Serie A e restarci alcuno per un quinquennio, in modo da soddisfare le esigenze della tifoseria, deve avere un progetto tendente a creare una ossatura tattica consolidata per ottenere credibilità, successo e, di riflesso, il sostegno della città.
Squadra si diventa, quindi, nel corso di un processo che porta alla creazione di un senso di appartenenza. Il gruppo, il gioco di squadra, lo formano l'insieme degli elementi societari, dal presidente, dai dirigenti, dall'allenatore e infine dagli atleti.
Per dire le cose con semplicità e per farmi capire da tutti, anche da quelli che, per partito preso, non intendono sentire ragioni, preciso che il presidente Sebastiani, in questi sette - otto anni di presidenza ha brillato per la sua bravura nel fare commercio di giocatori, nel creare plusvalenze, alcune criticabili, nel foraggiare maneggioni che vivono strumentalizzando il calcio, nel gestire la propria figura con contatti nazionali di indubbio valore mercantile, ma di scarsa efficacia tecnica, e di aver allargato i suoi orizzonti in Cina, Sudamerica, Paesi dell'Est, sempre pronto a fare un affare ma mai a realizzare quei movimenti che avrebbero dovuto formare l'ossatura della squadra e proiettarla verso un futuro di valore tecnico.
Con le sue manovre ha fatto fare le figure più barbine ai tifosi in Serie A e contrabbanda per successi personali il fatto di avere in squadra giocatori che interessano le società maggiori e anche la Nazionale.
Chi ha occhi per vedere, invece, nota tutta una serie di operazioni tendenti al lucro con la trasformazione del Delfino in una scuola calcio per altre società nazionali.
Studiando e analizzando questi anni del Ferguson dei Colli, ho potuto notare che moltissimi giocatori da Pescara stanno facendo le fortune di altri sodalizi e mi sono divertito a mettere insieme dei nomi che, se fossero rimasti da noi qualche stagione, avrebbero potuto concorrere a creare l'ossatura necessaria che, con qualche aggiustamento successivo, avrebbe dato una fisionomia tecnica ai biancazzurri di indiscusso valore.
Invece anche voi, leggendo il quadro che ho preparato può notare come, non appena questi atleti hanno dimostrato un po’ di valore sono stati subiti ceduti guadagnando somme sicuramente importanti e il Delfino 1936 ha gestito i suoi campionati utilizzando solo dei prestiti e formandoli per le altrui soddisfazioni portando, però, alle casse del Ferguson dei Colli notevoli vantaggi economici che non sono bastati e evitare che chiedesse soldi a tutti: alla Fondazione Pescara Abruzzo, ai tifosi con i bond, ai soci con le ricapitalizzazioni...
Novello prestidigitatore ha fatto apparire e scomparire somme non indifferenti. Ma questi sono affari suoi, di chi glielo consente, di chi partecipa alla mangiatoia, e di chi per stupidità o per indifferenza si accontenta di versare la suq quota settimanale e vedere uno spettacolo che sarebbe potuto essere, con poco, molto più dignitoso e divertente.
Leggiamo insieme i nomi dei giocatori passati per l'Adriatico e che ora giocano all'estero:
Torreira, Bjarnason, Quintero, Weiss, Verratti, Jonathas, Cosic, Zuparic, Nitrita, Yanga, Verde, Semproni.
Atleti che sono venuti a svernare per accontentare le esigenze degli amici romani e che possiamo considerare quasi tutti omaggi gentili e gratuiti della premiata Ditta Gea SpA consulente del Delfino e procuratore di diversi giocatori del Delfino...
Koldrup, Sculli, Aquilani, Muntari, Samassa, Guana, Pepe, Stendardo, Gilardino, Zauri, Abbruscato, Aldegani, Bianchi Arche, Belardi, Blasi, Bunoza, Coroglio, Celik, Colucci, D'Agostino, Diamoutene, Lazzari, Mascara, Modesto, Pellizzotti, Pesoli, Sforzini, Terlizzi...
Di seguito elenco giocatori che militano in serie A, B e C che non hanno avuto la possibilità di mettere un minimo di ''presenze'' in più tamto da poter contribuire alla formazione di quella ossatura di cui scrivevo sopra e che sono stati ceduti, a volte, per pochi spiccioli. Come dire, meglio prendere il possibile oggi visto che del doman non c'è certezza... metti che scadono di forma, metti un incidente... via, arraffare subito, e fare altri giri di prestiti.
Serie A 1 (tra parentesi i nomi dei giocatori che sono arrivati in prestito).
Napoli: Insigne
Frosinone: Salamon, Capuano, Zampano, Ciofani, Valzania, Viviani
Inter: Politano, (Gravillon), Pompetti
Lazio: Immobile (Crecco)
Roma: Cristante (Antonucci)
Sampadoria: Caprari
Fiorentina: Biraghi (Sottil)
Sassuolo: Di Francesco
Parma: Machin (Pinto)
Juve A: Perin, Pinzoglio, Kastanos,
Juve B (milita in serie C): Bunino, Del Prete, Alcibiade (Del Sole, Mancuso)
Atalanta: (Capone, Monachello, Melegoni, bettella)
Genova: Lapadula
Udinese: Mandragora
Spal: Valoti

Serie B
Lecce: Venuti, Falco, Bovo, Di Matteo, Fiamozzi
Carpi: Piscitelli, Coulibaly, Piscitella
Salernitana: Calaiò, Schiavi, pucino
Crotone: Benali, Pettinari
Creemonese: Croce, Soddimo
Foggia: Chiaretti, Boldor
Padova: Cocco
Cosenza: Baez, Maniero, D'Orazio, Corsi
Ascoli: Brosco, Ganz
Benevento: Bonaiuto
Palermo: Mazzotta
Livorno: Luci, Baiocco
Brescia: Donnarumma, Martella, Romagnoli
Perugia: Gyomber, Verre, Melchiorri, Carraro, Bizzarri
Venezia: Fornasier
Verona: Crescenzi, Ragusa, Cappelluzzo

Serie C
Rende: Savelloni
Catanzaro: Karkalis
Siena: Rossi, Zanon, Bulevardi
Piacenza: Nicco
ProVercelli: Mammarella
Pistoiese: Latte Lath
Rieti: Delli Carri
Casertana: Padovan
Monopoli: Paolucci II
Piacenza: Calore, Grillo
Cavese: Bacchetti
Bisceglie: Addario
Potenza: Dettori
Paganese: Fornito
Sambenedettese: Di Massimo
Arezzo: cutolo
Ternana: Diakitè, Vantaggiato, Nicastro
Teramo: Ventola, Altobelli, proietti
Renate: venitucci
Vicenza: Giacomelli, Bevo, salviato, Morselli, De Falco
Fano: lulli, Vittorini, Cernaz, Ferrante, Tascone, Selasi, Mancini, maloku, ndiaye, diallo
Triestina: Frascatore, Coletti, forte
Viterbese: Polidori, Mignanelli, Coda
Monza: Palazzi
V.Entella: Paolucci I
Spero che la lettura sia stata istruttiva. Buona Pasqua a tutti. (Gianni Lussoso)