SEBASTIANI: LA NOSTRA È UNA SQUADRA NON COSTRUITA PER ANDARE IN A
04/01/2019

Sebastiani: Siamo sempre alla ricerca di nuovi talenti, perché la continuità può arrivare solo con questa politica, e così stiamo facendo, con l'obiettivo di prendere giovani interessanti da far crescere e portare in alto. Non parlo di serie A perché la nostra è una squadra che non è stata costruita per andarci, ma per fare un campionato dignitoso''. Quanto detto dal presidente in un comunicato ANSA.
Dopo aver rastrellato fondi tra i tifosi, questi speravano che prendesse altre decisioni. considerando anche il gran lavoro di Bepi Pillon che è riuscito a far esprimere al meglio una squadra ''non costruita per andarci'' e che è lì ad un passo dalla meta.
Basterebbe non toccare la squadra che, così com'è ha trovato i suoi giusti equilibri e prendere un paio di tasselli.
Ma in questi primi giorni di mercato i tifosi hanno cominciato a sentire di alcune partenze che sarebbero deleterie per il raggiungimento di un fine che, seppure non programmato, vuoi per bravura dei nostri ragazzi, vuoi per demeriti di alcune squadre avversarie che hanno floppato, è alla giusta portata del Pescara.
Rinunciarci facendo una campagna acquisti e cessioni rivolta solo a ''prendere giovani interessanti (Bellini) da far crescere e portare in alto'', farebbe davvero incavolare i tifosi, sia quelli che hanno sottoscritto gli abbonamenti, sia quelli che hanno acquistato i bond.
E' vero che all'inizio della stagione si traccia un programma di base e non è detto che quello che si rende pubblico sia la vera intenzione dei dirigenti... Comunque, quand'anche fosse vero il programma, se la situazione attuale di classifica esprime altri valori non può evitare di fare lo sforzo necessario prendendo due elementi senza perderne nemmeno uno, per evitare di rompere l'equilibrio raggiunto dal Pescara.
Ma il ragionier Sebastiani si sta facendo prendere la mano e ha confermato questo suo ''delirio di onnipotenza calcistica'' accusando gli altri di aver perso Donnarumma, che era del Pescara; di aver capito solo lui e non quell'incapace (suo giudizio) di Zeman che Mancuso era una punta centrale e che, udite udite, il mercato lo farà lui facendosi accompagnare da Repetto.
Non ho nulla da chiedere alla Befana personalmente, ma per il bene dei tifosi del Pescara, chiedo che non ci porti un Sebastiani anche in veste di allenatore, perché, se tanto mi da tanto, tra poco dirà che Pillon deve seguire i suoi illuminati consigli tecnici che derivano da una sua competenza riconosciuta da una ''laurea on line'' in scienze calcistiche. (gianni lussoso)

Se avete letto fino in fondo, avete capito che non sono legato a nessuno, esprimo liberamente e con coraggio i miei commenti, non cerco consensi, non ricevo finanziamenti dalle società, ma sto in piedi grazie ai lettori che mi seguono su Agenzianotizie.it e su Facebook. Se v'interessa continuare a leggere un cronista libero, che ha il coraggio di scrivere quello che gli altri non fanno, o nascondono, inviate un vostro personale piccolo contributo ricaricando su poste pay: Giovanni Lussoso - numero per ricarica 5333171075740809 Codice fiscale: LSSGNN40C26G482C