NON SIATE SCHIZZINOSI, MA ANALIZZATE OGNI COSA
24/09/2018

Quattro partite, due vittorie interne, due pareggi esterni, perfetta media inglese e terzo posto in classifica con otto punti: gli ottimisti dicono che questa squadra farà quanto meno i play off considerando che ci sono poche squadre di buon rilievo tecnico. Coloro che vogliono vincere ma anche gustarsi delle belle partite, dicono che in tutte e quattro le partite la squadra, pur dimostrando carattere e grande volontà, ha espresso dei limiti che solo la fortuna ha permesso che non facessero danni relativamente ai risultati finali.
Il ragionier Sebastiani, ringalluzzito dall'assenza dei cori della Curva, comincia a mostrare effetti psicotici e si auto incensa affermando di avere costruito una squadra forte, molto equilibrata, e che chi lo critica deve rimangiarsi tutto.
Orbene, abituati ad analizzare risultati e prestazioni non sulla base umorale di chi è affetto da tifo calcistico, né da effetti psicotici, diciamo che, così come non si deve essere schizzinosi dinanzi agli otto punti raggiunti a volte in maniera fortuita e con prestazioni non avvincenti, non bisogna nemmeno sottovalutare i segnali di allarme che sono stati ripetutamente lanciati nei circa 360 minuti giocati.
Quali sono questi segnali?
Una difesa sicuramente più forte dello scorso anno con Gravillon ma che spesso ha delle amnesie pericolose.
Un centrocampo che a tre fa fatica e dovrebbe essere rinforzato. Che se Kanoutè centrale offre fisicità, si perde in fantasia e si è costretti a richiamare nel ruolo Brugman.
L'attacco ha molte alternativa ma manca di un vero attaccante di peso, inteso anche come qualità di gioco, e non solo relativamente alla bilancia, altrimenti potremmo dire che con Cocco siamo a posto.
Detto questo, tutti hanno esaltato Pillon e la sua capacità di gestire il gruppo. Non saremo certamente noi a ridurre il valore del conduttore, ma provate a riflettere quanto gli sarebbe stata addebitata l'insistenza a giocare con il 4-3-3 se non ci fossero stati gli otto punti? Quanti propendono per il 4-4-2 ma tacciono in attesa di conferme statistiche?
Per concludere, non siate troppo esigenti riguardo al gioco, ma non siate nemmeno troppo euforici senza aver prima avuto il conforto dei risultati di almeno una decina di partite.