MOSTRA FOTOGRAFICA “FRAGILE” 21/25 SETTEMBRE 2018 - AURUM PESCARA
20/09/2018

L’associazione Onlus Terre des Hommes Italia, in collaborazione con l’azienda Main Ad e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, ha promosso una bellissima iniziativa, che la referente e responsabile del progetto, Claudia Mammarella, ha avuto il piacere e la cortesia di illustrarci, qui di seguito:
Conosciamo TDH ormai dal 2010, sosteniamo i loro progetti dal 2011 e, nel corso del tempo, abbiamo visitato tutti i progetti nei quali la nostra Azienda è coinvolta. Siamo dunque certi dalle bontà dell’associazione e del progetto che qui di seguito proponiamo.
La nostra azienda, Main Ad, nasce nel 2007 e si occupa di pubblicità on line, advertising e, nello specifico, di retargeting. Per maggiori informazioni su di noi vi invitiamo a visitare il nostro sito internet www.mainad.com, oppure a contattarci direttamente.
Terre des Hommes Italia è una ONLUS che dal 1994 agisce in ambito nazionale e internazionale per la difesa dei diritti dei bambini. Lo scopo principale è quello di proteggerli da ogni forma di violenza o abuso, garantire loro il diritto alla salute, all’educazione e alla vita. Per maggiori informazioni su TDH vi invitiamo a visitare il loro sito: www.terredeshommes.it.
Nel nome della profonda amicizia che ci lega a Terre des Hommes, abbiamo aiutato loro a portare a Pescara due bellissime mostre-reportage intitolate “Fragile” e “Le bambine salvate”.
Il fotografo Stefano Stranges, vincitore del contest #ioalzolosguardo2017, testimonia, attraverso i suoi scatti, le storie di bambini vulnerabili e fragili nella loro disabilità ed emarginazione sociale, di bambine e ragazze vittime di violenza, matrimoni forzati, stupri e discriminazioni.
Grazie al sostegno di Terre des Hommes- Italia, che ha messo a disposizione personale e strutture nel Tamil Nadu, in India, Stranges ha appreso e testimoniato tantissime storie di ragazze che oggi sono accolte nei centri della ONG. Il fotografo ha visitato le Reception Homes, le case di accoglienza temporanea di Terre des Hommes per bambine e ragazze abbandonate, abusate o salvate da sfruttamenti di vario tipo. È stato anche nei villaggi da cui provengono la maggior parte delle ragazze, sempre seguendo il filo conduttore della questione di genere: gravidanze e matrimoni precoci, violenza, ma anche storie di reinserimento sociale e di successo.