DOMANI LA GIORNATA DEL DANIEL BOND
11/09/2018


Domani, mercoledì 12 settembre, Daniele Sebastiani cercherà di convincere 6000, diconsi seimila, tifosi pescaresi ad acquistare bond con il minimo di 500 euro.
A prima vista sembrerebbe davvero un difficile raggiungimento se non riflettessimo che non sono solo i tifosi chiamati a raccolta a dover acquistare, ma potrebbero farlo anche gli amici di sempre che lo sostengono in questa sua personale corsa all'arricchimento attraverso il calcio.
Più torno indietro con i miei ricordi calcistici, datati dal 1948, e più mi trovo a considerare il ragioniere un mostro di bravura finanziaria considerando che mai nessun presidente ha saputo chiudere la sua carriera senza rimetterci dei soldi propri. Forse Marinelli non ci ha rimesso e se ha guadagnato non è ai livelli di Daniel Bond che pensa di ''stanare la serpe con il 'piticone' altrui, come ricorda un detto popolare.
Ho letto tanti commenti dei tifosi biancazzurri, alcuni inarrivabili per ironia e sagacia, e devo credere che domani non ci sarà il bagno di folla e la corsa all'acquisto che Daniel Bond si aspetta. Ma le previsioni sono fatte per essere sconfessate e può anche succedere che il 12 settembre segni un rivoluzionario avvicinamento della tifoseria a colui che in più di una occasione è stato definito ''il peggior presidente biancazzurro'' anche se qualcuno, sarebbe bene sapere chi è il suo fornitore, gli ha dedicato un club.
In più di una occasione, da TVQ e da Agenzia Notizie ho cercato di spiegare con parole semplici cosa sono i bond e cosa rappresentano ma, soprattutto, i rischi che comportano.
Giacché i tifosi, quasi tutti, ormai, sono abili fruitori di internet, google e quant'altro, non è difficile potersi fare una cultura prima di impelagarsi in un acquisto che farebbe solo la felicità di chi li mette in circolazione.
L'unico fattore importante, che mi piace sottolineare, è che l'emissione dei bond e il suo successo, dipendono dal rapporto di fiducia tra il compratore e il venditore.
Sapendo che il venditore è un maestro delle ''maule'', che per anni ha millantato crediti inverosimili, che ha propinato, con presentazioni ufficiali, arricchite da presenze di politici e di amministratori, false notizie di acquisti e di organizzazioni sportive di sicuro successo, e ben conoscendo i suoi ultimi flop professionali, che vanno dalla mancata scalata ad una Banca locale alla chiusura del suo fiore all'occhiello, l'Interservice leasing, credo proprio difficile possa far registrare un successo fidando sui tifosi.
Unica salvezza per l'operazione, sarebbe quella di potere, con i bond ufficializzati, manovrare con gli amici che sono esperti in ingegneria finanziaria, e far giostrare altre situazioni a lui, anzi, a loro convenienti.
Una sola domanda prima di chiudere: Che c'azzecca con il vero calcio e con la passione dei tifosi questa esibizione continua di ''furberie finanziarie''? (gianni lussoso)