ORA HANNO DI CHE PARLARE
20/03/2018

Ora hanno di che parlare i tifosi e sono stati allontanati dal problema Sebastiani (che tale è per il calcio pescarese) che attende con una certa impazienza le decisioni delle Autorità competenti che stanno analizzando gli accertamenti e la relativa relazione fatti dal perito del Tribunale, dottor Massimo Mancinelli. Infatti, in queste ore, non si fa che parlare dell'ingegnere Gilberto Candeloro, presidente del Francavilla Calcio, dopo che non gli era stato possibile prendere e salvare il Lanciano di cui è stato sponsor per diversi anni.
Chi è Gilberto Candeloro?
Gilberto Candeloro, 58 anni è originario di Carsoli e vive a Lanciano . E' un imprenditore, laureato in Ingegneria, Economia, Administration Engineer, master MBA. Fondatore di I.M.M. Hydraulics Spa, azienda leader nel settore ''Trasmissione di Potenza'' e oggi parte di Interpump, società quotata nel segmento Star di Borsa Milano.
Attuale CEO di Anxxa srl, Manxx srl, Boffetto srl, In Opera Spa, Presidente e CEO di Sia srl e Sipe srl. Consigliere di Presidenza di Confindustria Ch Pe Presidente dell'ITS Sistema Meccanica di Lanciano (Ch). Consigliere nel CdA di IAM Polo Automotive.
Come dire, un vero esperto nel suo settore, con una potenzialità produttiva di molti milioni di euro.
Coniugato, ha due figlie Valentina e Chiara, ha molti hobby: vela (skipper, navigatore oceanico),
moto fuoristrada (cross, enduro, deserto), sport invernali (sci, snowboard), subacquea (brevetto avanzato), windsurf, rafting, tennis, musica (suona diversi strumenti), lettura.
E' interessato alla Pescara calcio ma non precisa con quale impegno: ha detto che ha tre alternative, come a far capire che potrebbe voler essere il padrone unico, oppure socio con un interessante pacchetto, oppure, in ultima analisi, rilevare una piccola percentuale giusto per entrare e poi...
La sua idea del calcio, visti gli studi e le esperienze fatte finora, non poteva essere che questa: una impostazione aziendale, con un impegno fatto di professionalità, passione e tanto lavoro.
La sua prima, e unica, esperienza da presidente, è quella con il Francavilla dove è arrivato per il coinvolgimento operato da Giacomo Ortolano e dal sindaco Luciani.
Candeloro sa che il mondo del calcio è diverso da quello dove ha operato finora e sa anche qual è la ricetta per fare bene: Impostazione aziendalistica, competenze ed esperienze sportive di livello, solidità finanziaria, creatività e visione.
Ha dei punti di riferimento nazionali che sono l’Atalanta, l'Udinese, il Cagliari che considera degli esempi virtuosi.
I tifosi sono subito entrati in fibrillazione e vedrebbero di buon occhio l'entrata di questo personaggio nel mondo biancazzurro ma hanno anche alcune riserve in quanto, dicono, pare impossibile che un dirigente della sua esperienza voglia entrare nel Pescara quando ancora non si conoscono ancora i reali problemi economici e finanziari di una gestione fatta dal 2012 in poi e apparsa, dopo la relazione del dottor Mancinelli, forse un po' problematica.
Prudenza vorrebbe che si aspettassero i risultati della Magistratura, ma può anche essere vero che le condizioni per entrare siano così appetibili e che, quindi, valga la pena di correre qualche rischio.
Il tempo ci dirà se questo è un vero tentativo di entrare nella Pescara calcio, o solo un mezzo per sondare il terreno.