ORA FARÀ IL MERCATO DI GENNAIO?
22/12/2017

Alla ventesima giornata 25 punti, pochi se li rapportiamo al campionato vinto da Oddo (34 punti alla ventesima giornata) ma in linea con i valori della rosa attuale, anche se ci sono state delle partite condotte in maniera suicida dove il Pescara ha subito delle rimonte assurde.
Comunque, questa è la situazione reale e bisogna, ora, pensare al futuro che è ancora da decifrare.
Perché?
Perché, se le parole hanno un significato e un significante, allora non possiamo essere molto tranquilli e dobbiamo aspettarci tutto e il contrario di tutto.
Mi spiego meglio con le parole dei diretti interessati:.
Sebastiani: ''Se vedo che la squadra è col tecnico non ho alcun motivo per cambiare. Zeman non doveva prendersela per le voci sul cambio di allenatore, dopo tutti questi anni di esperienza dovrebbe sapere che, se le cose non vanno, non si possono cacciare 30 giocatori. A Pescara oggi c'è un pubblico che contesta e non aiuta, se ci si mette anche lui...''.
Zeman: ''Ho detto quello che ho fatto a fine mercato, ma non ci vedo niente di grave perché, se ho deciso di restare, vuol dire che ero convinto di poter fare bene... Le parole di Sebastiani le interpreto in un solo modo, ma mi tengo tutto per me... Io non devo chiarire nulla, il presidente deve chiarire cosa vuole fare''.
Orbene, siccome i nostri personaggi li conosciamo bene e sappiamo anche capire, scusate la presunzione, ciò che, seppur non detto, è inviato come messaggio subliminale. Quindi, le posizioni sono queste: Il presidente non esonererà Zeman se la squadra è con lui, come dire che se lo cacciano i giocatori, con il loro comportamento, lui non può che accettare la situazione.
Zeman riconferma che si è dimesso il primo di settembre a mercato estivo concluso e che solo dopo essere stato convinto a restare non ha dato seguito alla sua posizione.
Come è stato convinto? Faccio delle supposizioni: Gli ha detto vai avanti con questa rosa e se proprio non è possibile rinforzerò la rosa nel prossimo mercato, oppure gli ha detto, devo fare delle operazioni con certi giovani, tu mi sostieni ed io ti lascio dei bonus... ma questa non è una illazione, ma potrebbe essere una insinuazione che mal si adatta al carattere di Zeman, e allora? All'ora vuol dire che Zeman è certo che Sebastiani gli comprerà a gennaio i due - tre giocatori che vuole.
E lo si capisce bene dalla frase: ''Io non devo chiarire nulla, il presidente deve chiarire cosa vuole fare.
La palla, dunque, ripassa a Sebastiani. Che cosa vorrà fare?
Dati i precedenti, vorrà finire il campionato senza fare acquisti ma solo cessioni. Che dirà Zeman?
Se non lo ''cacciano'' i giocatori, perdendo in casa con il Venezia, lui resterà saldo in sella e il presidente dovrà fare gli acquisti altrimenti darebbe ancor più ragione a Zeman e abbindolare ancora i tifosi sarebbe impresa davvero ardua.
Pertanto il prossimo futuro è chiaramente in mano ai giocatori e al presidente. Zeman, da parte sua, non può che lavorare e sperare nel ''dio palla'', altrimenti, alla fine dell’anno, tornerà a Roma.
Può succedere anche che il mister accetti la sfida e cerchi di arrivare ai play off con questa rosa e con questi giocatori che potrebbero, alla fine, accettare il suo modo di lavorare e di intendere calcio.
Gli unici che devono solo subire e che non hanno forza contrattuale, sono i tifosi che devono ingoiare amarezze e delusioni continuando a seguire la squadra con la forza che deriva dalla fede e dalla passione ''Solo per la maglia''.