SOLO ZEMAN SA LA VERITÀ...
27/10/2017

Solo Zeman sa le verità sui vari accadimenti del Delfino 1936, ma state pur certi che non le dirà mai anche perché, da professionista e da uomo serio, non sputa ufficialmente nel piatto in cui mangia, ma privatamente si libera di diversi sassolini che sono:
- La troppa ingerenza del giovane Moggi nelle vicende della società biancazzurra.
- Il sapere benissimo che era stato ricontattato per fare da parafulmine a Sebastiani inviso, dopo lo squallore del campionato di serie A, alla gran parte dei tifosi, ma lo ha fatto sia per prendersi una rivincita sullo stesso Sebastiani e sia per allenare in un ambiente che gli piace e che sta a pochi chilometri da Roma; inoltre, dopo la parentesi svizzera doveva ricrearsi, nonostante l'età, una dimensione calcistica più consona ai suoi meriti.
- Sa bene che è ''costretto'' a fare buon viso a cattivi acquisti considerando che, quelli arrivati, pur essendo bravini, non sono i giocatori che gli servivano per fare il salto di qualità: aveva chiesto tre giocatori che non avrebbero fatto fare troppe spese al ragioniere ma la intromissioni esterne hanno fatto sì che arrivassero dei giovani da preparare per le altre società.
- Il fatto che Pescara sia diventata una scuola di calcio, in parte, lo gratifica perché vede riconosciuta la sua bravura nel preparare i giovani, ma ha il rammarico di non poter presentare una vera squadra zemaniana.
- Sa bene che alcuni giocatori ''devono'' arrivare a fare le presenze previste per far incassare i premi di valorizzazione.
- Sa bene, inoltre, che la sua presenza ha liberato Sebastiani di alcuni ''pesi'' perché, da furbetto, spera e immagina che i tifosi, in caso di mancata partecipazione ai play off, se la prenderanno con il Mister e non con lui.
Insomma, a ben riflettere, si capisce bene che Zeman ha fatto una scommessa con se stesso e per vincerla ha ingoiato anche il rospo di un ritorno con Sebastiani al quale ne aveva cantate chiaramente inquadrandolo nella giusta cornice.
Ora c'è solo da aspettare gennaio: se la società rispetterà le scelte di Zeman, i play off saranno alla portata del Pescara e chissà... Ma se dovesse avere, invece, partita vinta il ''facente funzione di tutore'' di Sebastiani, saranno delusioni e la colpa, Zeman lo sa bene, sarà addebitata a lui da quei tifosi che sono stati indottrinati e plagiati dal bla bla televisivo del ragioniere che sta conquistando il record delle presenze in video.