COMINCIA LA ''TARANTELLA'' DI SEBASTIANI.
28/08/2017

A quattro giorni dalla chiusura del mercato, Sebastiani afferma che a questa squadra non serve nulla e mette le mani in avanti, come suo solito, per giustificare qualche ''tarantella'' di cui è maestro.
Il 5 a 1 al Foggia, signor presidente, ha detto che Pigliacelli, che lei aveva già venduto, non si tocca. Ha detto anche che questa squadra ha bisogno di Zampano, che lei vorrebbe vendere. Ha bisogno di Benali che lei ha in animo di cedere. Ha bisogno di un interditore di centrocampo, che lei si è fatto sfuggire nelle settimane scorse. Ha fatto capire che Zeman non è stato accontentato nelle sue richieste e che il Ganz che lei ha voluto, stimolato dagli amici romani, è un di più, considerando che Pettinari, con Zeman, ha un altro passo.
Quindi, eviti di fare altri danni e di andare in vacanza, si fa per dire, in questi ultimi giorni di mercato.
Per quanto riguarda la squadra, nel suo complesso, pur entusiasmati dai cinque gol fatti, ci sentiamo di mettere in risalto che: le vittorie vanno pesate sulla base della forza degli avversari e il Foggia, non dimentichiamolo, è squadra appena arrivata dalla C. Che a questa squadra sono state concesse ben 9 (!) azioni da tiro in porta e solo uno strepitoso Pigliacelli ha permesso che il risultato non prendesse altra piega. Che al Foggia è stato consentito per ben 40 (!) minuti di tenere il pallino del gioco, mi sembra un po' troppo.
Insomma, per dirla tutta, bene la ''manita'' ma servono altre conferme più probanti e, soprattutto tanto lavoro per migliorare la fase difensiva.