DIECI GIORNI E POI SI VA...
16/08/2017

Tra dieci giorni circa si comincerà a giocare seriamente per il campionato di serie B. Finora solo amichevoli senza peso e due partite di Coppa Italia, due vittorie, una sofferta contro la Triestina appena ripescata in C, in casa, e una vittoria netta a Brescia con una squadra di pari grado.
Cosa ci ha detto questo periodo di lavoro?
Che la squadra che esordirà domenica 27 non è ancora ben decisa perché i movimenti di mercato sono ancora possibili. Ultima operazione, per ora, Biraghi alla Fiorentina. I due club si sono accordati sulla base di un prestito oneroso a 500 mila euro con riscatto obbligatorio fissato a 2 milioni.
Con il mercato che si chiuderà a fine mese, altre operazioni in uscita sono possibili, mentre sono saltate alcune operazioni in entrata decantate come colpi estivi e marchiati, invece, con il timbro ''Flop''.
Quale potrebbe essere il Pescara?
Azzardiamo una formazione base, pur con i limiti di cui sopra: (4-3-3): Fiorillo (Pigliacelli); Zampano (Crescenzi) Coda (Fornasier), Perrotta (Palazzi), Mazzotta; Coulibaly, Brugman, Proietti; Del Sole (Capone), Ganz, Pettinari (Mancuso). Allenatore: Zeman.
Quanto sopra tenendo conto, come scritto, di eventuali cessioni dell'ultimora.
Relativamente alle cessioni dobbiamo fare una piccola riflessione: Molti degli 11 più o meno titolari dello scorso campionato, sono stati ceduti in A, e a società di medio alto livello.
Allora, o si dice chiaramente che tanto scarsi non erano e che sono stati, o gestiti o assemblati male.
Può capitare che undici elementi validi, presi singolarmente, messi insieme non riescano a fare squadra. Il Pescara, con i record quasi tutti negativi dello scorso anno, ne è la conferma. Si giocheranno le partite con il pallone Kombat™ Ball.
Le retrocesse Palermo, Empoli e Pescara tenteranno subito la risalita nella massima serie, e hanno già messo a segno diversi colpi in grado spostare gli equilibri nel campionato cadetto. C'è grande curiosità attorno alle neo promosse Venezia, Foggia e Parma, tre grandi squadre che mancano da troppo tempo dai palcoscenici importanti. Carpi, Frosinone e Bari, invece, proveranno a riscattarsi dopo il deludente finale dell'ultimo campionato ripartendo con tre allenatori diversi rispetto alla scorsa annata.
Ai nastri di partenza saranno tutte pronte a lottare per un solo obiettivo: la promozione in Serie A: si parte il 25 agosto con la prima giornata del calendario di Serie B, mentre il 18 maggio terminerà la regular season. Per il Pescara esordio contro il Foggia, domenica 27 ore 17,30. Zdenek Zeman ritrova subito il suo passato. Oltretutto oggi i pugliesi sono allenati da un tecnico che in Daunia ha dimostrato tutto il suo valore, riportando il Foggia nel campionato cadetto dopo ben 19 anni: Giovanni Stroppa. L'ex milanista guidò il Pescara proprio in sostituzione di Zeman durante il torneo di Serie A 2012/2013, rassegnando le dimissioni dopo qualche mese. (Gianni Lussoso)