FIN QUANDO I NUMERI....
25/01/2017

Fin quando i numeri non dicono che il Pescara è in Serie B, è doveroso provarci. Anche se le difficoltà sono davvero enormi. Sabato, ci sarà una Inter affamata di punti in vista del terzo posto a cui aspira, al Pescara mancherà il neo interista Caprari, ma ci saranno Gilardino e Bahebeck.
Ricordo una mia radiocronaca da Milano con vittoria sull'Inter per due a zero, e gente che, per l'entusiasmo, si tuffava in mare a sfogare la propria gioia.
Sabato non ci sarà la mia radiocronaca, il mare in questa stagione è tabù... ma sognare non è peccato. Anzi.
Sperare qualcosa, sperare in qualcuno o qualcosa, è conseguente all’aver effettuato una scelta in quella direzione. Presuppone cioè l’apertura al rischio di scegliere, di lasciare qualcosa a favore di qualcosa d’altro ritenuto più desiderabile o vantaggioso; ma scegliere significa anche esporsi all’incertezza della libertà, che a sua volta può provocare angoscia.
La speranza costituisce dunque, uno strumento terapeutico, anche per il tifoso al momento deluso dai risultati, e proprio per tale motivo deve essere realistica, equilibrata, “paziente” verso i tempi della sua realizzazione.
Solo chi sogna di superare i momenti difficili, può sperare, con tutte le forze residue, che si realizzino le sue aspettative.
Ricordo un episodio della Strapaesana raccontatami da Ostavo Mincarelli. Il Pescara doveva giocare con l'Aquila, allora uno squadrone di Serie B e tutti i pronostici erano contro i biancazzurri. Il tecnico Pietro Piselli nello spogliatoio cominciò con il dire: sono talmente forti che non abbiamo niente da perdere. Giochiamocela. Cerchiamo di usare il fisico e la determinazione, arrivando prima sui palloni, essi sono più abili tecnicamente ma non dobbiamo lasciargli troppi palloni. Così facendo potremmo anche bloccare il gioco e non farli segnare e pareggiare.
Vide che i suoi ragazzi cominciavano a crederci continuò.
Sì, possiamo pareggiare, ma se capita un pallone a Guarnieri o a Mariani e lo sbatte dentro, possiamo anche vincere, non vi pare?...
La storia dice che quella partita, imprevedibilmente, contro ogni pronostico, la vinse il Pescara.