SOLITA MANCANZA DI EQUILIBRIO
28/11/2016

Solita mancanza di equilibrio nel giudicare il Pescara e il lavoro di Oddo. Giudizi cattivi e ''smadonnamenti'' dopo il due a zero frutto di una difesa a tre incapace di fermare Dzeko anche per gli ''orrori'' difensivi dei due centrali ed esaltazione quando Oddo ha rimesso le pedine al posto giusto.
Con la difesa a quattro e centro campo più omogeneo con Memushaj - Brugman e Verre in grande spolvero, Oddo ha sorpreso una Roma che pensava di avere di fronte ancora il Pescara del primo tempo, facendosi sconcertare, quindi, da una vitalità biancazzurra imprevista dopo i quarantacinque minuti iniziali, e la partita ha preso una diversa piega e il pareggio poteva anche essere possibile.
Riflessioni da fare:
- Nonostante i due gol segnati, la presenza di una vera punta è sempre più necessaria.
- Bahebeck ha confermato di essere fragile e ''sfigato''. Gli basta un movimento in tensione per farsi male.
- La difesa attuale è inguardabile e da infarto. Bisogna assolutamente recuperare gli infortunati e, se possibile, prenderne uno abile e arruolabile a gennaio.
- Lavorare molto sul piano fisico per poter reggere l'impegno per i novanta minuti e operare sulla psiche dei giocatori per avere da essi il massimo della concentrazione per tutta la gara.
- Dare il giusto valore al secondo tempo giocato contro la Roma e non crearsi delle deleterie illusioni così come accaduto dopo Napoli, Inter... Un conto è giocare contro chi fa la sua partita e ti lascia spazio e ti permette anche di ben figurare pur nella sconfitta, e un altro conto sarà quando incontrerai formazioni come Cagliari, Palermo e Crotone che si difenderanno a denti stretti.
Comunque è indubbio che il Pescara visto nel secondo tempo a Roma fa sperare sempre che si guardi il tutto nella prospettiva di un rafforzamento a gennaio.
Se, invece, il ragionier Sebastiani dovesse considerare in altro modo la prestazione romana e credere di poter fare a meno dei rinforzi nel prossimo mercato, considerando ancora da ''otto'' il mercato estivo, chiuderemo in modo amaro questa esperienza nella serie A e sarebbe un grosso errore specie considerando che ci sono almeno sei squadre alla portata dei biancazzurri.