A MENO DI SCONQUASSI, FINALE PER IL PESCARA FARE ATTENZIONE, PERÒ, AI CALCI PIAZZATI.
30/05/2016

Dopo aver controllato la partita, frenati da un campo reso al limite dell’agibilità da un diluvio caduto per una buona mezz’ora, non appena le condizioni del terreno sono state più agevoli, i biancazzurri hanno dominato l’incontro vincendo per 2-0 e mettendo un piede già in finale.
Una nota negativa, a voler essere molto fiscali, arriva dai pericoli corsi su calci piazzati (corner e calci di punizione) e quindi sarebbe opportuno, per Oddo, continuare a lavorare su questa fase difensiva.
Per il resto solo conferme. Ottimi Lapadula (autore del primo gol), Torreira (suo il secondo gol sotto gli occhi di Mesa) e Caprari, Centrocampo di livello superiore e difesa ben organizzata da Campagnaro.
Ora resterebbe solo la partita di mercoledì contro il Novara per staccare ufficialmente il biglietto per la finale che, con molta probabilità, si giocherà contro il Trapani con un leggero handicap per il Pescara che dovrebbe giocare la seconda gara in trasferta. Senza dubbio sarebbe meglio Lo Spezia, ma bisogna seguire le linee dettate dai risultati del campo.
Oddo ha confermato tutto quanto di buono si è detto e scritto finora sul suo lavoro e i tifosi sperano che resti alla guida del Pescara anche il prossimo anno. Da parte sua c’è stata l’affermazione: “Mi piacerebbe allenare il Pescara in Serie A il prossimo anno.”
Il mercato impazza per Lapadula anche se “certi giochi” sono già fatti, ma tenuti furbescamente sotto traccia per sviare gl’interessi dei tifosi.
A Novara era presente anche Victor Mesa, ufficialmente per vedere all’opera il suo Torreira ma anche per definire certe posizioni all’interno della società.
Certo è che i risultati positivi acquisiti sul campo non fanno che agevolare le operazioni del presidente che gongola al pensiero dei tanti milioni di euro che arriveranno nelle casse sociali.