IL 22 E 23 ASSEMBLEA DEI SOCI. SQUADRA IN DIFFICOLTÀ
06/03/2016



Nemmeno il più pessimista dei tifosi avrebbe pensato a una sconfitta di tale misura a Vercelli contro il peggior attacco del campionato. Cinque gol pesantissimi che danno la misura degli errori di Sebastiani nel mercato di gennaio. Ancora una volta il presidente ha sbagliato i suoi interventi non prendendo i due giocatori necessari e vitali per la difesa e ha, invece, preso atleti che, seppur bravi nel passato, non erano e non sono in condizioni fisiche tali da poter dare il loro contributo ad una formazione che stava andando alla grande.
Con i movimenti di gennaio sono stati presi dei doppioni e minato la forza dello spogliatoio mettendo in imbarazzo Oddo che, pur bravo, non può inventarsi una difesa senza i giusti giocatori.
Il Pescara visto a Vercelli è tanto brutto che non può essere quello vero e già da sabato prossimo, contro il Novara, ci si aspetta una sterza decisiva.
Intanto in società fervono i lavoro sotto traccia per l’Assemblea del 22 e 23 prossimi quando si deciderà per le ricapitalizzazioni.
E’ certo che Danilo Iannascoli sarà presente in modo attivo e cercherà di difendere la sua posizione e pare che non sia “distratto” dai grossi impegni che ha con il Calcio 5 che, pure, gli sta dando enormi soddisfazioni.
Già nel passato ho “chiesto” con i miei servizi a Gabriele Bankowski di aiutare, data la sua enorme esperienza di sportivo, il signor Sebastiani a non impuntarsi con le sue scelte disastrose e a contribuire a ridare serenità a tutto l’ambiente.
I due battistrada corrono veloci ma non è detto che il Pescara non possa chiudere al terzo posto e disputare in posizione comoda i play off, sempre che non si stravolgano gli equilibri interni.
I tifosi sono amareggiati e lasciano trasparire il loro disappunto anche “litigando” tra di loro e anche questo è un sintomo negativo che dovrebbe essere annullato. Mancando Iannascoli, che sa come parlare ai tifosi, ora toccherebbe a Gabriele Bankowski, sempre che glie ne dia la possibilità il ragionier Sebastiani, di solito amante della sua opinione e incapace di delegare ad altri.
Non si sfasci questo giocattolo che era stato così brillantemente messo insieme da Oddo nella prima parte del torneo. Un po’ di umiltà e di analisi della situazione, non guasterebbero.