SEBASTIANI SCONFESSA SE STESSO.
13/02/2016

Lunedì prossimo dovrebbe esserci un CdA per deliberare l’azzeramento del passivo con un nuovo aumento di capitale sociale, insomma si dovrebbe ricapitalizzare.
Come dire che in due mesi Sebastiani sconfessa se stesso “rimangiandosi” quanto dichiarato sull’approvazione del bilancio.
Chi segue la vicenda sa che fu questo della mancata ricapitalizzazione uno dei motivi di rottura con Danilo Iannascoli che aveva reso ben evidente come fosse necessario coprire le perdite e rilanciare il sodalizio con nuove immissioni di capitale.
Sebastiani aveva creduto di poter invogliare altri soci a entrare nel sodalizio con capitali freschi usando come richiamo le potenziali vendite di alcuni pezzi pregiati e la possibilità di gestire il tesoretto rappresentato dalla costruzione del nuovo stadio.
Falliti i tentativi di convincere all’ingresso dei nuovi soci, in sostanza è stato costretto a riconoscere che Iannascoli aveva ragione con il risultato, però, di aver fatto la figura del “peracottaro” con D’Alfonso, il sindaco Alessandrini e i vari operatori economici e di aver perso la fiducia e l’appoggio di Danilo Iannascoli.
Ora si profilano altri scenari: Iannascoli verserà per la ricapitalizzazione? I piccoli soci che ci sono in questo momento nel Delfino saranno tutti in grado di versare o lasceranno?
La risposta nelle prossime ore.
Intanto continua un certo malessere tra i tifosi che si beccano l’un l’altro per il modo di gestire il tifo e i due pareggi consecutivi, nonostante abbiano fatto seguito ad un filotto di ben sette vittorie consecutive, sono stati mal accettati e si è alla vigilia di una trasferta impegnativa come quella di Cagliari che sarà la cartina di tornasole sulla reale situazione tecnica di una squadra che crede dii poter ambire alla serie A senza passare per i play off.