IANNASCOLI E SEBASTIANI, SIETE ANCORA IN TEMPO.
09/02/2016

Se fossi solo un tifoso del Pescara, e non anche un giornalista che deve seguire i fatti e commentarli, vorrei un Danilo Iannascoli a tempo pieno impegnato con il Delfino peri suoi valori sportivi e per la capacità che ha di saper capire i tifosi e di realizzare quelle operazioni che sono utili per il ricompattamento di tutto l’ambiente.
Di Sebastiani conosciamo già tutto: grande manovratore di soldi e capacità di convincimento nel trovare soci e mezzi finanziari. Conosciamo anche la sua difficoltà, dovuta più al carattere, di dialogare con la tifoseria.
Ecco perché i due massimi esponenti del Delfino, messi insieme, riuscirebbero a fare del bene vero a tutto il sodalizio, ma ci sono stati degli screzi importanti che dovrebbero essere risolti da persone intelligenti e dabbene.
A distanza di mesi si è capito bene il motivo, anzi i motivi, che hanno indotto Danilo Iannascoli a girare le spalle a Sebastiani. Le sue ragioni, però, se capite da Sebastiani, e se questi ha l’accortezza di fare qualche “mea culpa”, possono essere accettate, capite e risolte per il bene del Delfino e c’è da dire che sono ancora in tempo per farlo.
Se aspettano ancora, corrono solo il rischio di “Incancrenire” ancor di più il rapporto e non saranno solo i tifosi a soffrirne.
Certo è che Sebastiani è tutto preso dalle sue operazioni edilizie e da altri problemi che gli hanno reso un po’ duro l’attuale momento, ma i presupposti sono tali che, con una promozione del Delfino in A, molti problemi potranno essere risolti positivamente e con buona pace per tutti.
Non si perda tempo dietro le ripicche e gli “scazzi” che nulla portano di vantaggio per nessuno.
Credo fermamente che sia Bankowski e sia Marinelli potrebbero intervenire e far riavvicinare i due massimi esponenti del sodalizio.
La squadra, intanto, va alla grande e, nonostante certe sirene che vorrebbero ammaliare Lapadula, e qualche intoppo dovuto a incidenti e squalifiche, dovrebbe essere in grado di centrare l’obiettivo: Non perdete tempo, ricompattatevi e date il meglio delle vostre indubbie capacità che, sommate, possono aiutare il Delfino a diventare grande.