MERCATO OK, MERITO ANCHE DEI TIFOSI?
02/02/2016

Si è chiuso il mercato con operazioni giuste che hanno mantenuto l’ossatura della squadra e garantito anche alcuni rincalzi di valore. Merito della società, è indubbio, che ha saputo resistere a certe sollecitazioni del mercato ma mi viene da pensare che ci sia anche un pizzico di merito nella tifoseria organizzata che ha saputo vegliare in questi giorni facendo sentire la sua voce attraverso i blog di riferimento.
E’ chiaro che se avesse trovato le giuste offerte, il presidente avrebbe fatto ciò che riteneva più opportuno senza stare a sentire la pressione mediatica dei tifosi ma è pur anche certo che, nel dubbio delle scelte da seguire, la voce dei tifosi potrebbe avere avuto il suo effetto.
Non a caso il presidente si è lasciato andare dicendo: Faccio un regalo ai tifosi…”
Ho scritto spesso che oggi i tifosi sono diversi e molto più interessati anche alla società, oltre che alla squadra ed è inutile negare che essi hanno una sorta di diritto di partecipare, quantomeno alla discussione, se non alle decisioni finali.
Il Pescara e i suoi tifosi stanno vivendo un magico momento di esaltazione calcistica: a Salerno, sconfitti i padroni di casa duramente a La Spezia, il Delfino potrebbe superare il record di Zeman e inanellare la ottava partita vinta consecutivamente e rafforzare la sua posizione in classifica.
In città si parla apertamente di serie A nonostante la scaramanzia e si fanno proiezioni sia in chiave di secondo posto, sia di terzo posto con dieci punti di vantaggio sulla quarta: sogni? Non solo. Ci sono i presupposti perché questi sogni possano diventare realtà.
E’ indubbio che Massimo Oddo è riuscito a creare un equilibrio di squadra capace di proporre gioco a buon ritmo e a ottimo livello. L’importante sarà mantenere la giusta concentrazione, la ferrea determinazione, l’ottimo standard fisico.
E’ vero che la Serie B propone spesso cambiamenti di valori da una settimana all’altra che fanno riflettere. Penso al Perugia maltrattato in casa dal Pescara che va poi a vincere un imbattuto Crotone sul proprio terreno. Così com’è anche vero che alcune partite decisive il Pescara dovrà disputarle fuori casa ma il rendimento dei ragazzi di Oddo pare non risentire troppo del dentro o fuori casa.
Insomma, i presupposti per mantenere intatto l’entusiasmo ci sono tutti.