UNA “SEBASTIANATA”…
12/01/2016

Doveva andare in ben altro modo il “la riunione al trabocco” e, invece, pare che il tutto si sia risolto in una … sebastianata.
Erano stati convocati i maggiori operatori economici locali, i due politici più in vista e da quella operazione che doveva portare, negli intendimenti del ragionier Sebastiani, forze nuove in società, è nato un aborto di programmazione: “Non ci saranno nuovi soci – ha precisato personalmente Sebastiani – non ci sarà ricapitalizzazione perché non serve al momento e, semmai, se ne parlerà a fine campionato…”
Insomma, a ben leggere dalle sue parole, si capisce che a fine campionato potrebbe non servire una ricapitalizzazione perché potrebbero esserci delle vendite importanti per ripianare il passivo. I nuovi soci non ci saranno e, semmai, solo alcuni “sostegni” economici sotto forma di sponsorizzazioni o di qualche altra sua invenzione finanziaria, tutto è possibile, data la sua esperienza nel manovrare soldi altrui.
Insomma, una riunione flop che ha fatto capire chiaramente come il presidente sia in grosse difficoltà e come non sia facile risolvere il problema creatosi, soprattutto, con le dimissioni di Danilo Iannascoli che aveva capito in anticipo le manovre “borderline” del ragionier Sebastiani e, preoccupato, sia sul piano finanziario e sia sul piano legale, ha inteso bene di prendere le distanze restando però in seno alla società per difendere il suo credito piuttosto oneroso (si parla di più di un milione di euro) vantato nei confronti del sodalizio per sue anticipazioni servite a coprire lacune finanziarie della società.
Comunque non tutto è negativo nel futuro del Delfino giacché ci sono tre cose positive da valutare: 1) la squadra che sta marciando a buon ritmo e potrebbe guadagnarsi la promozione in A con relativo grosso premio della Federazione in euro;
2) la possibilità di vendere giocatori importanti con buon incameramento di euro;
3) la costruzione del nuovo stadio che farebbe muovere somme rilevanti e potrebbe invogliare degli investitori locali.
In virtù di quanto scritto prima, i tifosi possono stare tranquilli, in un modo o nell’altro, il Delfino potrà garantirsi il suo futuro nonostante alcune “sebastianate” fatte in questi ultimissimi anni, accettate e perdonate dai tifosi. (Gianni Lussoso)