ANCHE QUESTO È CALCIO.
05/11/2015

Sebastiani ha dato gli otto giorni a chi avesse voglia di subentrargli nella gestione della Pescara calcio. Mesa, dal lontano Sudamerica, investe nella Pescara calcio. Danilo Iannascoli, uomo di sport da sempre, con radici affondate nel calcio per merito dei suoi familiari, cerca di difendere il suo pacchetto e le sue aspirazioni di far crescere il calcio pescarese.
Nessuno dei massimi operatori economici vuole investire nel Pescara, ma ci sono i dirigenti della GEA a investire idee e d energie nella società biancazzurra e pare ci siano pronti capitali e persone di fuori regione a voler investire con Sebastiani.
Sono queste le diverse facce del calcio nostrano. Intanto i faccendieri prosperano. E’ cronaca attuale che da quando la Svizzera, il Lussemburgo o Monaco non sono più così impenetrabili per la magistratura italiana, il fiscalista Andrea Baroni ha dovuto rispondere sempre più spesso alle domande dei suoi facoltosi clienti terrorizzati di finire nei guai per i soldi che hanno all’estero. Ora deve preoccuparsi nel carcere, dove è finito su ordine del gip Giuseppe Gennari, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro di provenienza illecita accumulato da imprenditori-evasori.
L’arresto è la punta dell’iceberg di un’inchiesta nella quale un altro filone, differente e parallelo, sta ricostruendo i retroscena dell’assegnazione dei diritti tv del calcio. Filone emerso in una richiesta di esibizione di atti presentata dalla Gdf nella sede milanese della Lega Calcio di serie A e B, nella quale si ipotizza che gli uomini di Infront Italy srl, la società di Marco Bogarelli, che era advisor per la Lega Calcio, abbiano «turbato il procedimento amministrativo - scrivono i magistrati - diretto a stabilire il contenuto dei bandi», «turbato il corretto e imparziale svolgimento delle gare», per «condizionare le modalità di scelta, violando i canoni di trasparenza e leale concorrenza».
Per i pm si tratta di «turbativa d’asta» e «turbata libertà del procedimento di scelta del contraente».
Andrea Baroni, italiano residente in Svizzera, invece è uno dei soci della Tax and Finance di Lugano, una società con uffici in Lussemburgo, Irlanda, Inghilterra, Monaco, Dubai e Panama.
Tra nomi dei clienti è poi emerso quello della Infront Italy srl, la società che ha fatto da consulente per la Lega calcio nella procedura di assegnazione dei diritti televisivi della squadre di calcio di serie A e B per i campionati dal 2015 al 2017. E un secondo filone si è indirizzato proprio su questa vicenda, già nel mirino dell’Antitrust, facendo ora finire Bogarelli tra gli indagati.
Ma il calcio è anche espressione del tifo. Migliaia di persone lasciano altre situazioni per dedicarsi al calcio che vive e prospera proprio per l’enorme quantità di tifosi.
Il tifo coinvolge perché può darti l'apparenza di appartenere a un popolo, a una comunità.
“Chi sono?”
“Sono pescarese, sono un biancazzurro, nu seme nu.”
Il tifo può esaurire le tue energie di bene, di lotta, di trasformazione, requisendole per sé, invece di potenziarle, rimandandoti ad altre dimensioni della vita.
Importante riflettere sull'aspetto dei tifosi, di come vive il calcio sugli spalti e di come lo viva tutti i giorni.
Il tifo è la dimostrazione che il calcio è un fenomeno sociale particolare che fa perdere di vista i reali valori sociali.
Ho letto su un blog di tifosi: “Il presidente può rubare quello che vuole, non me ne frega niente se lui investe nella squadra e ci fa vincere il campionato…”
Si accetta di tutto, purché la squadra sia in grado di vincere il campionato.
Anche questo è calcio.