ROBERTO DRUDA NUOVO AD DEL DELFINO
28/10/2015

Roberto Druda è il nuovo AD del Delfino Pescara 1936. Druda di professione fa l’assicuratore a Pineto e il consulente tecnico per conto del Pescara.
Nel recente passato è stato molto vicino alla Salernitana di Lombardi dopo aver fatto delle esperienze anche come DS del Penne.
Druda è l’uomo dei due mondi che da qualche tempo lavora nel Pescara per mettere in piedi l’asse tecnico con l’America Latina. E’ l’uomo di punta di Victor Mesa che nei mesi scorsi, giugno, ha dovuto cedere la società calcistica spagnola.
A suo tempo Druda disse: “Sebastiani ha il merito di aver portato nella sua famiglia l’imprenditore di Montevideo. Per il Pescara questo è, a mio avviso, un “triangolo d’oro” con Wanderers e Recreativo. Speriamo diventi sempre più concreto dal punto di vista tecnico”.
Mesa non è più titolare, come dicevo su del club spagnolo, quindi il triangolo si è sfasciato.
La nomina di Druda come Amministratore Delegato chiarisce subito quale sarà il futuro del Club biancazzurro: controllo diretto di Mesa e della Gea e operazioni di vario genere legate al mondo del business calcistico.
Un business, ripeto, legato non solo al merchandising calcistico, ma alla possibilità di gestire circa 40 milioni di euro per l’affare legato allo stadio, sempre che non intervengano le Autorità competenti a bloccare le iniziative, come successo per la City sulla Tiburtina.
Comincia a disegnarsi il panorama calcistico che sta preparando il ragionier Sebastiani: calcio business e sfruttamento a 360 gradi delle risorse societarie legate al calcio e al suo indotto.
Tutto bene, per la verità, fin quando le varie operazioni porteranno, oltre alla sua felicità, anche a quella dei tifosi biancazzurri.