CAMBIARE MODULO?
27/09/2015

Riflessioni dopo il pari di Vicenza:
L’attacco ha un Lapadula capace di svariare e di fare movimento, anche se qualche volta dovrebbe essere meno egoista. Cocco sfavorito dal modulo non viene servito cone si dovrebbe e d è costretto a ripiegare per giocare qualche pallone, snaturando, così, le sue caratteristiche ben note. Caprari è il solito: sbaglia passaggi, non rispetta i movimenti tattici, spesso gli manca la mira nel tiro e, soprattutto, manca di continuità alternando cose egregie ad altre davvero insufficienti.
Il centrocampo è valido dal punto di vista tecnico ma non ha peso e non sa creare azioni in profondità. Torreira mi ricorda il primo Verratti: voglioso di riprendersi subito il pallone facendo anche falli marchiani che ci sono costati dei punti. Buono come solito Memushaj, anche se qualche entrata dura potrebbe risparmiarsela, validi Mandragora, Veloti, Benali, Verre, anche se a fasi alterne e non sempre all’altezza del compito.
La difesa appare buona, anche se ha subito troppi gol in queste prime giornate, e fa sentire la mancanza di un uomo di esperienza quale potrebbe essere Campagnaro, o chi per lui. Mi pare anche che servirebbe un terzino sinistro per non costringere Zampano al cambio di fascia.
In porta Fiorillo alterna parate strepitose a disattenzioni, specie nelle uscite nell’area piccola, confermando certe sue insicurezze.
In complesso, però, si può dire che la squadra c’è, nella sua globalità, ma che il signor Oddo dovrebbe adattare un modulo agli uomini che ha e non viceversa. Pertanto, per dare la possibilità a Cocco di giocare da par suo, dovrebbe allargare il fronte di attacco con due ali larghe come dire che il 4-3-1-2 penalizza il centravanti e forse un 4-3-3 sarebbe più utile o fors’anche un 4-2-3-1.
Ma questo è compito dell’allenatore e non del cronista che commenta i fatti e non li “provoca”.
Ora arriva un test piuttosto probante come il Cagliari dei tanti ex e, anche se mancherà per squalifica Memushaj, sarebbe auspicabile un miglior impatto tecnico ed agonistico con la partita.