AI DIRIGENTI I TIFOSI CHIEDONO CHIAREZZA
17/08/2015

Ai dirigenti i tifosi chiedono chiarezza. Certo non possono chiederla a Sebastiani, di cui non si fidano più per le troppe bugie elargite a piene mani nel passato prossimo e recente, restano solo Iannascoli e Bankowski che hanno quote interessanti in società. Non possono chiederla a Mesa per ovvii motivi logistici e di interessi particolari. Né possono chiedere chiarezza ai nove azionisti Renato Fezia, Giacinto D’Onofrio, Manolo Santilli, Giacomo Vetta, Pio Gizzi, Nico Di Tieri, Amerigo Pellegrini, Gabriele Ciarcelluti e Francesco Pirocchi che hanno tutti insieme solo il 19,46% del pacchetto azionario e quindi una relativa forza decisionale. Quindi restano solo Bankowski e Iannascoli a cui rivolgersi, anche fidando sul loro riconosciuto spirito sportivo.
Chiedere chiarezza significherebbe sapere quali sono gli intendimenti societari: se hanno deciso per una normale presenza in Serie B, mantenendo il titolo sportivo, e regalando un campionato senza particolari suggestioni o se hanno deciso, invece, di tentare con qualche concreta possibilità di successo la promozione in A.
Nel primo caso la squadra messa insieme potrebbe anche stare bene e regalare qualche emozione e nulla più ai tifosi.
Dopo la partita con il Torino e la eliminazione dalla Tim Cup al tecnico pescarese è piaciuto l'atteggiamento della squadra nella prima frazione: ''Un buon primo tempo anche se eravamo un po' lunghi in alcuni momenti, ma quando siamo riusciti ad essere corti abbiamo fatto bene. Avevamo sfiorato anche il 2-0 con Lapadula. Questa squadra ha grandi mezzi tecnici” ma non bastano, aggiungo io, per fare il salto nella serie A.
Oddo ha parlato chiaro e ha anche detto che “La società sa cosa serve, si è visto anche contro il Torino.”
Si torna, quindi, alla necessità di un discorso chiaro.
Cosa vuole veramente la società? Se vuole il sostegno della tifoseria, deve fare tre acquisti importanti in difesa, centrocampo e attacco.
Bankowski e Iannascoli, cosa dite ai tifosi? Riuscirete tutt’e due insieme, coagulando attorno a voi anche alcuni dirigenti facenti parte del Gruppo dei Nove, a far ragionare il presidente e a fargli capire che non può più fare le sue “tarantelle” sulla pelle dei tifosi?
Chiarezza e nulla più, questo vi chiedono i tifosi. (Gianni Lussoso)