OPERAZIONE PUBBLICHE RELAZIONI.
24/02/2015

Il gol al 93’ di Sansovini ha confermato, se ce ne fosse stato bisogno, che ci vuol poco a riconquistare i tifosi proprio perché, quando un rapporto è sostenuto dalla fede e dalla passione, si ricuciono tutti gli strappi.
E’ vero che il nostro sublime Sebastiani ha fatto di tutto per strappare il rapporto e per renderlo più che morto, ma la sua fortuna è che il tifoso ama il Pescara e, per esso, è portato a passare sopra certe scostumatezze che, a volte, hanno davvero superato ogni limite.
Approfittando della rinnovata energia che viene dal tifo, il presidente Sebastiani farebbe bene a defilarsi un pochino e parlare molto meno rispetto a quanto fatto finora, visti i danni che ha combinato, e far partire, organizzato da Danilo Iannascoli, che può contare sul miglior feeling con i tifosi, una operazione pubbliche relazioni che porti ad un riavvicinamento dei due contraltari del calcio: società e tifoseria.
Un buon rapporto, sostenuto dalla comunicazione, è un valore nel valore.
Si sa che la comunicazione sta sempre più diventando un fattore critico di successo per le organizzazioni anche sportive. Per tre motivi. Innanzitutto, perché la struttura organizzativa che deve essere sempre meno gerarchica, la progressiva esternalizzazione delle attività e la creazione di strutture a rete, accrescono la dimensione relazionale dell’organizzazione. Il secondo motivo è dato dal rilievo che la reputazione, le media relation, il brand, la cultura d’impresa, le relazioni con la comunità locale, stanno assumendo nel creare e nel determinare anche il valore economico.
Il terzo elemento è direttamente legato al principio della creazione del valore nell’interesse dei “Clienti” tifosi.
Le condizioni di base perché si realizzi una comunicazione efficace, sia all’interno sia all’esterno, sono però legate all’affidabilità, alla credibilità, alla notorietà dell’organizzazione e alla disposizione dei tifosi a dar credito alle informazioni che riceve. Ecco perché serve un volto “nuovo” e più gradito.
Una comunicazione consapevole, unita a un efficace governo delle relazioni con tutti i portatori d’interesse, migliora la reputazione e la credibilità strategica dell’organizzazione e ne incrementa il patrimonio intangibile.
La comunicazione ed il governo del sistema delle relazioni rappresentano pertanto un “valore” per le organizzazioni, per mantenere, incrementare e creare nuovo valore. Se Sebastiani capisce questo, può ancora ricostruire un tessuto connettivo sul quale far crescere il sodalizio.