SULL'ADDETTO STAMPA DEL DELFINO...
30/01/2015

Le persone non sono ridicole se non quando vogliono parere o essere ciò che non sono. Essere un addetto stampa è tutt’altra cosa di ciò che offre questa fanciulla che, guardandola bene, fa vedere ancora labili tracce dell’atleta che fu.
E’ entrata con il prestigioso incarico alla Pescara calcio per merito e benevolenza di Giuseppe De Cecco, è rimasta in sella, nonostante l’attuale presidenza non sia amica del Peppe biancazzurro… Per quali meriti?
Ci sono persone che parlano, parlano... sinché finalmente trovano qualcosa da dire. E questo capita alla signorina addetto stampa del Pescara.
Nel mondo, ognuno lo si prende per il ruolo che dichiara; ma bisogna pur che dichiari un ruolo.
Ma l’addetto stampa è il suo ruolo visto ciò che fa?
Si sopportano le persone moleste meglio di quanto si tollerino le insignificanti.
All'uomo o alla donna intelligente la vita appare infinitamente misteriosa. Ma lo stupido ha una risposta per ogni domanda. Questa nemmeno ha le risposte visto e considerato che alla tante domande rivoltelle non sa dare una ben che minima risposta.
Rifletto e mi dico che è sbagliato giudicare un addetto stampa dalle persone che frequenta.
Giuda, per esempio, aveva degli amici irreprensibili.
Il fatto è che ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno.
Concludo dicendo che le persone più insopportabili sono gli uomini che si credono geniali e le donne che si credono irresistibili.
Addetto stampa: “Arcale da su rame…”
Gianni Lussoso