CON L’EQUILIBRIO TROVATO PESCARA PIÙ FORTE.
19/11/2014

Ormai il campionato ci ha precisato le sue forze e il Pescara, con gli uomini che ha, con l’equilibrio tra i reparti faticosamente trovato, con quel mostro di bravura che è Melchiorri, davvero un giocatore che militerebbe con successo in qualsiasi formazione di Serie A prestigiosa, con quel condottiero che è Maniero, il quale, anche se qualche volta denuncia qualche limite tecnico, ha una spaventosa forza agonistica, può aspirare a qualcosa di molto positivo.
Avevo qualche settimana fa previsto una posizione per il Delfino dal decimo al tredicesimo posto, ma se tutto continua ad andare per il verso giusto e anche a migliorare in alcuni elementi, soprattutto della difesa, non è troppo fantasiosa la possibilità di lottare per i play off.
L’importante è che la filosofia mercantile non annulli quella sportiva. Sarebbe davvero un peccato se a gennaio ci si facesse prendere dall’uzzolo degli affari a tutti i costi e si spostassero alcune pedine che, ora, sono capaci di farci fare il salto di qualità.
Anche il modulo, finalmente, è quello più adatto alla squadra in questo momento.
Per essere davvero felici, calcisticamente parlando, sarebbe splendido se a gennaio, ceduti alcuni tasselli che rendono la rosa troppo ampia e che poco danno alla economia del gioco, si potesse avere un regista capace di dettare i tempi delle giocate e allora sì che la Curva Nord e tutti i tifosi, impazzirebbero come ai tempi di Zeman.
Sognare non costa nulla e noi lo facciamo, sempre sperando che qualcuno non li soffochi per la brama di far cassa.