PRIMI CALCI UFFICIALI, PRIMI FISCHI, PRIME LEGGERE CONTESTAZIONI...
18/08/2014

Primi calci ufficiali, primi fischi, prime leggere contestazioni, prime piccole fratture tra i tifosi: una parte dice che è calcio di agosto e, quindi, non giudicabile, chi dice che la squadra, contro una modesta formazione di Lega Pro ha deluso in gran parte per la mancanza di un gioco; chi chiede alla società di impegnarsi di più in questi ultimi giorni di mercato.
La verità, se verità si può chiedere al mondo del calcio, come sempre è di tutti e di nessuno. Infatti il Pescara visto all’opera contro il Renate ha fatto capire che la squadra ha ancora bisogno di lavorare per assimilare gli schemi del nuovo tecnico Baroni; che la rosa necessita di alcuni elementi “veri” per rafforzare il livello tecnico e fisico e non di movimenti di mercato compiuti ai soli fini affaristici; che un paio di elementi che sono in predicato di andar via sarebbe bene restassero; che la squadra deve trovare un maggiore equilibrio tra i reparti e che lo stesso equilibrio sarebbe bene trovassero i dirigenti.
Infatti è d’obbligo mettere in evidenza come il ragionier Sebastiani continui ad offrire scampoli, a volte simpatici, nei suoi siparietti di comodo con giornalisti servizievoli, di bugie evidentissime e che il suo AD Iannascoli continui a fare miracoli per tenere uniti tifosi e società e dimostrando e confermando sempre più che per lui ogni promessa è debito e i debiti li paga, come sede nuova,casacca nuova, politica dei prezzi molto ben studiata e via dicendo.
Pare assurdo ai fini del buon vivere societario che il presidente Sebastiani dica che la rosa è all’altezza della situazione cercando di sconfessare il mister Baroni che, invece, dice che bisogna completare l’organico.
Vero è che tutti i commenti si fanno sulla base di un punto di partenza preciso: cosa deve fare questa squadra?
Se deve mantenere il suo posto in Serie B, alla luce dei raffronti e delle collazioni, che ho potuto fare sulla base delle “rose”, attualmente esistenti nel torneo, il Pescara, anche se con qualche tremore strada facendo, la salvezza dovrebbe essere in grado di conquistarla.
Se deve puntare ai play off, se ci arrivasse con “questo parco giocatori”, significherebbe assistere ad un miracolo calcistico, quindi necessità imporrebbe tre acquisti seri, calcisticamente parlando.
Se deve puntare a valorizzare alcuni elementi da utilizzare in un eventuale successivo campionato, beh credo che la parola “inutilità” sia di rigore considerando le “posizioni” contrattuali dei vari giocatori.
Comunque è pur vero che siamo ad agosto e attendiamo fiduciosi che cambino vento e rotta.